Voglia di fragole? Trucchi efficaci per pulirle bene eliminando ogni impurità. Occhio a non rovinarle!

Fragole che passione! Sono l’ingrediente perfetto per tante ricette gustose. Scopri i trucchetti per pulirle in modo impeccabile.

Con l’inizio della bella stagione troviamo le prime fragole. Sono l’ingrediente perfetto per tante ricette appetitose. Ideali da servire alla fine di un pasto o per accompagnare un aperitivo dal sapore fruttato. Sono buonissime anche con un po’ di panna.

La fregole sono un toccasana per il nostro corpo. Hanno tante proprietà benefiche. Sono capaci di stimolare il metabolismo e aiutano a combattere gli inestetismi della cellulite. Inoltre proteggono i denti e sono utili per prevenire ipertensione ed invecchiamento.

fragole
(Pixabay)

Un po’ come tutti i frutti rossi, anche la fragola è ricca di flavonoidi antiossidanti, alleati preziosi contro i segni del tempo sulla pelle. Ma c’è di più. Contiene anche vitamina C, calcio e magnesio. Insomma c’è più di un motivo per consumare con regolarità questo frutto squisito.

Le fragole vanno scelte con cura. Bisogna guardare che non abbiano parti molli, tipiche di quando iniziano a marcire. Il secondo step consiste nella pulizia accurata, ed è proprio su questo aspetto che vogliamo soffermarci. Scopri tutti i trucchi per lavarle bene.

Passione fragole: consigli pratici per pulirle bene

Prima di mangiare fragole è importante pulirle bene. C’è chi azzarda a gustarne qualcuna senza sciacquare. Non è una buona abitudine. Su ogni frutto, infatti, si depositano germi, batteri, pesticidi ed altri prodotti chimici che possono nuocere alla salute.

Le fragole non fanno eccezione. Anche per loro è opportuna una pulizia meticolosa. Bisogna però fare attenzione a non rovinarle, perché sono molto delicate. Il primo trucchetto consiste nel lavarle mantenendo il picciolo. Togliendolo, l’acqua potrebbe  entrare all’interno e compromettere il sapore.

fragole
(Pixabay)

Un altro consiglio è quello di non tenerle troppo in ammollo nell’acqua. Le fragole sono molto ‘porose’, assorbono i liquidi velocemente, e quindi potrebbero perdere molto in sapore e profumo. Meglio lasciarle in acqua al massimo per 4-5 minuti.

Queste sono le regole di base da seguire. Ma la domanda è: si può usare soltanto l’acqua per pulire le fragole? La risposta è no, ci sono delle alternative efficaci. Ecco quali sono.

  • Bicarbonato. Va unito 1 cucchiaio all’acqua del recipiente con dentro le fragole. Trascorso il tempo bisogna lavarle accuratamente, con acqua corrente, per togliere tutti i residui del bicarbonato, molto sgradevoli al palato.

LEGGI ANCHE –> Fragole | 5 dessert golosi con il frutto di primavera

  • Aceto e acqua. E’ un altro trucchetto per una pulizia perfetta. In un contenitore bisogna mettere un bicchiere d’acqua diluito con uno di aceto. Le fragole vanno lasciate in ammollo nella soluzione sempre per pochi minuti. Scaduto il tempo, bisogna sciacquarle bene. L’aceto è una garanzia perché è un disinfettante naturale, in grado di eliminare i residui di pesticidi e altri prodotti chimici.
  • Vino. Basta prendere una ciotola, mettere dentro le fragole e versare del vino fino a coprire il contenitore per metà. Bisogna girarle con un cucchiaio per 4-5 minuti. Infine, vanno scolate senza risciacquo. Il vino conferirà un sapore più deciso e, al contempo, avrà eliminato ogni impurità.
  • Amuchina. E’ il metodo forse più conosciuto. Si versano poche gocce di prodotto nel contenitore con le fragole, aggiungendo dell’acqua. In 5 minuti germi e batteri saranno annientati! Alla fine bisognerà risciacquare le fragole delicatamente, con un filo d’acqua corrente.

In poche e semplici mosse si possono avere fragole ben igienizzate. E’ importante per il benessere del nostro organismo. Con la salute, la prudenza non è mai troppa!

 

 

 

Da leggere