Storia vera Leonardo da Vinci: differenze con la fiction Rai

Storia vera Leonardo da Vinci: le differenze e le incongruenze tra la vita del Genio e i fatti raccontati nella fiction di Raiuno.

leonardo fiction
Fonte: https://www.instagram.com/rai1official/

La storia vera di Leonardo da Vinci presenta diverse differenze rispetto alla trama della serie tv “Leonardo”, trasmessa con grandissimo successo da Raiuno in quattro, prime serate. Gli sceneggiatori della fiction si sono ispirati alla vera storia di Leonardo, ma per confezionare un prodotto curioso e originale, capace di conquistare l’attenzione dei telespettatori, hanno inserito elementi e fatti non corrispondendi alla realtà.

“Questo è un crime mistery. Noi facciamo serie tv, non documentari. Ci siamo ispirati a fonti vere, ma poi gli sceneggiatori hanno avuto la necessità di inventare qualcosa su una vita che ha molti punti oscuri. La storia di Caterina da Cremona, ad esempio, è vera perché ci sono dei contratti in cui Leonardo la chiedeva come modella. Abbiamo pensato che lei fosse la sua musa ispiratrice e abbiamo tessuto nella trama vera alcuni elementi di finzione”, ha dichiarato a Repubblica il produttore della serie Luca Bernabei spiegando il motivo per cui è stato scelto d’inserire anche fatti non veritieri.

Ma quali sono le differenze tra la fiction di Raiuno e la vera storia di Leonardo da Vinci?

Le differenze tra la vera storia di Leonardo da Vinci e la fiction di Raiuno

leonardo fiction
Fonte: https://www.instagram.com/rai1official/

La prima, grande differenza tra la storia vera di Leonardo e la fiction è la presenza di Caterina da Cremona, interpretata da Matilda De Angelis. Nella serie tv, Caterina è stata presentata come la musa ispiratrice di Leonardo. In realtà, si tratta di un personaggio inventato dagli sceneggiatori che hanno scelto di far cominciare la serie dal presunto omicidio di lei in seguito al quale Leonardo finisce in carcere. Si tratta di un fatto che, in realtà, non è mai avvenuto.

Non c’è nulla di certo, inoltre, neanche intorno alla maledizione di Leonardo che, nella fiction, è stata predetta nel corso della prima puntata da una maga.

Anche l’aspetto fisico e caratteriale del personaggio interpretato da Aidan Turner non corrisponderebbero al vero Leonardo. Nella fiction, infatti, il Genio viene descritto come un rozzo garzone dai modi poco eleganti. Nella realtà, invece, stando a quello che si legge sul portale Business Insider Italia, pare che fosse un giovane elegante e molto affascinante, dedito totalmente allo studio perchè desideroso di conoscere tutto.

Giorgio Vasari, infatti, descriveva così Leonardo: “Egli con lo splendore dell’aria sua, che bellissima era, rasserenava ogni animo mesto, e con le parole volgeva al sì et al no ogni indurata intenzione“.

Pare, inoltre, che anche il rapporto tra Leonardo e il padre non corrisponde alla realtà. Ad esempio, la discussione mostrata durante la prima puntata durante la quale il genitore lo accusa di essere un fallito non sarebbe mai avvenuta.

Anche la differenza d’età tra Andrea Del Verrocchio e Leonardo non corrisponderebbe alla realtà. Secondo la storia, all’epoca, Del Verrocchio pare avesse intorno ai 40 anni mentre, nella fiction, la differenza è maggiore dal momento che tale personaggio è interpretato da Giancarlo Giannini.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Rai1 (@rai1official)

Totalmente inventato, infine, è il personaggio di Stefano Giraldi e anche la storia di Ginevra de Benci sarebbe stata arricchita da qualche particolare. Pare, infatti, che all’epoca della commissione del quadro a Leonardo, il padre della giovane, Amerigo Benci, fosse già morto.

Da leggere