Come imparare a piacerti di più quando ti guardi allo specchio. Basta poco, ma serve volerlo

Piacersi non è una cosa facile. Oggi, però, scopriremo come farlo al meglio per migliorare il rapporto che si ha allo specchio.

Avere un buon rapporto con lo specchio non è cosa da tutti. Anzi, si può dire che la maggior parte delle persone davanti alla propria immagine riflessa abbia dei seri problemi.

Ciò può dipendere da tanti fattori che raramente hanno effettivamente a che fare con l’aspetto fisico. Piacersi e volersi bene infatti vanno spesso a braccetto. Ma per farlo nel modo giusto necessitano di un equilibrio di fondo che parta prima di tutto dalla mente.

Per questo motivo, la prima cosa da ricordare quando non ci si piace è di non fermarsi sull’aspetto fisico ma di andare più a fondo. Solo così, infatti, si potrà trovare la chiave giusta. Quella in grado di aprirci le porte ad un mondo in cui piacersi e amarsi sarà praticamente istintivo.

Cosa serve per iniziare a piacersi quando ci si guarda allo specchio

Abbiamo già affrontato le piccole regole da mettere in pratica ogni giorno per riuscire a stabilire un rapporto sano e armonioso con lo specchio. Per un risultato ottimale e duraturo è però necessario andare ancora più a fondo e lavorare su noi stessi e cioè su quel che all’apparenza non vediamo.

specchiarsi
Fonte foto: Istock photo

Ancor prima di rendersi conto di dover far pace con le differenze tra immagine desiderata e immagine a cui si può aspirare è infatti importante chiedersi il perché proprio non ci si piace.

Certo, superficialmente sorgerà spontaneo dirsi che il problema possono essere quei due o tre chili di troppo o che si tratta dei denti non perfettamente allineati, delle labbra sottili o del naso ingombrante. La verità, però, è che ognuno di noi è molto più di tutto questo. E per riuscire a piacersi di più allo specchio è importante imparare a guardare a se stessi in modo del tutto diverso.

LEGGI ANCHE -> Volersi bene: i modi di agire che fanno bene alla mente

Riflettere sul proprio corpo. Il primo passo da fare, ancor meglio se attraverso la meditazione, è quello di riflettere sul proprio corpo. Questo ci sorregge tutti i giorni, ci porta in giro, ci consente di portare a termine i nostri impegni quotidiani, etc… Dagli occhi con cui osserviamo il mondo, al cuore che batte incessantemente, ai polmoni che ci permettono di respirare senza alcuno sforzo, ogni piccolo aspetto del nostro essere vivi è un miracolo da non sottovalutare.

Per questo motivo, bisognerebbe amarsi già solo per questo. Si tratta di cambiare punto di vista. Le gambe, che siano troppo snelle o grosse ci portano in giro e ci sorreggono. Le labbra ci consentono di parlare e di bere e mangiare. Le mani ci fanno entrare in contatto con il mondo. Tutti aspetti che per molti sono ormai diventati scontati ma che se presi uno per volta celano in se qualcosa di veramente prezioso. Qualcosa che imparato ad apprezzare per davvero ci aiuterà a tollerare i piccoli difetti e a vedere i tanti pregi che ognuno di noi ha.

Essere grati per ciò che si è. Una volta compreso quanto il nostro corpo sia speciale, sarebbe giusto ringraziarlo. E allora si che andrà bene prendersene cura. Se si pesa troppo si può cercare di mettersi a dieta per rendergli le cose più agevoli. Si può idratare la pelle, si possono truccare le labbra per farle apparire più belle.

Ma tutto senza mai denigrarsi o odiarsi. Perché ciò che siamo resta anche se non si ha la perfezione. Questo è tra le altre cose, un modo di pensare che aiuta ad accettare i cambiamenti che si hanno inevitabilmente con gli anni. E che una volta acquisito rende davvero invincibili.

Guardarsi allo specchio con amore. E dopo aver lavorato su se stessi, perché non guardarsi allo specchio con amore? Noi siamo l’unica persona con la quale vivremo sicuramente tutta la vita. La persona che dovremmo amare più di tutte le altre. Dirci che ci vogliamo bene guardandoci allo specchio (attenzione, perché all’inizio può risultare difficile) è sicuramente un buon modo per iniziare ad entrare in contatto con la nostra parte più intima e preziosa. E quando ci saremo riusciti. Piacersi sarà la cosa più naturale del mondo.

donna allo specchio
Fonte foto: Istock photo

È bene considerare che non per tutti un simile percorso è fattibile da soli. Se ci si porta dentro grandi traumi o problematiche mai risolte, il primo passo da compiere quando ci si rende conto di non piacersi per niente e di star male per questo, dovrebbe essere quello di rivolgersi ad uno psicoterapeuta.

Ancor prima di mettersi a dieta o di cercare di cambiare una parte di se è infatti importante capire da dove nasce il problema. Solo una volta eseguito questo passo si disporrà della giusta decisione per compiere tutti gli altri. In ogni caso, sforzarsi in tal senso vale sempre la pena. Perché piacersi e amarsi è quanto di più bello e importante ci sia al mondo.

Da leggere