Crostata di frutta fresca: tutti i trucchi per fare un capolavoro di sapore e colori

La crostata di frutta fresca è una vera delizia e si può consumare tutto l’anno in base ai frutti di stagione: ecco i trucchi per fare un capolavoro di sapore e colori.

La crostata di frutta fresca è uno dei dolci più apprezzati della pasticceria e si può consumare tutto l’anno in base ai frutti di stagione. Con l’arrivo della primavera e dell’estate via libera a fragole, albicocche, ciliegie, pesche, susine, meloni. 

Ma ottimi sono anche frutti come mele, pere, ananas, kiwi e banane che si trovano praticamente tutto l’anno. Altrimenti si potranno scegliere i frutti rossi come lamponi, mirtilli, ribes e more, anche se la loro stagione è in genere l’autunno.

A prescindere da gusti e stagioni esistono però dei trucchi per preparare una crostata di frutta fresca a regola d’arte e che sia un vero e proprio capolavoro di sapore e colori. Scopriamo di più.

Ecco i trucchi per preparare una crostata di frutta fresca

crostata frutta trucchi
Fonte: Canva

La crostata di frutta fresca prevede due preparazioni base della pasticceria: la pasta frolla e la crema pasticcera. Una volta che avremo scoperto tutti i trucchi per realizzare questi due composti saremo già a più di metà dell’opera.

Partiamo allora dalla pasta frolla, di ricette ne esistono davvero tante, c’è chi la preparara senza burro, chi senza albumi.

Di varianti ne esistono davvero tante, il nostro consiglio è di seguire poche e semplici trucchi per prepararla alla perfezione. Altrimenti affidiamoci al nome di Iginio Massari per avere la garanzia di una riuscita perfetta, seguendo la ricetta della sua pasta frolla Milano.

Una volta preparata la pasta frolla, dovremo rigorosamente cuocerla alla cieca semplicemente mettendo su di essa, dopo averla ben bucherellata con i rebbi di una forchetta, un foglio di carta da forno stropicciato. Sopra posizioneremo delle sfere di ceramica o dei legumi che poi riutilizzeremo solo a tale scopo.

Una volta che la nostra pasta frolla friabile e croccante sarà pronta dovremo lasciarla raffreddare. Nel frattempo sarà importante invece preparare la crema pasticcera, altra preparazione base della pasticceria: ecco la ricetta. Qui ti avevamo suggerito tutti gli errori da evitare quando la prepari e come evitare che impazzisca. 

Poi, una volta pronta andrà stesa in una pirofila per farla raffreddare, avendo cura di metterci sopra uno strato di pellicola così che non formi la pellicina. 

Quando entrambe le preparazioni saranno fredde potremo procedere ad unirle. Quindi o con la sac a poche o con il cucchiaio stendiamo sopra alla frolla la crema pasticcera.

E ora arriviamo alla frutta, la protagonista di questa torta scenografica. Dopo aver realizzato una pasta frolla croccante e non troppo morbida altrimenti si sfalderà quando la tagliamo, e aver realizzato la crema pasticcera con la giusta consistenza eccoci al capitolo frutta.

Innanzitutto scegliamo quella di stagione che è sempre preferibile consumare rispetto a quella coltivata in serra. Una volta che avremo scelto i frutti, dovremo tagliarli alla perfezione per far sì che il risultato sia eccellente.

Si consiglia di lavarla bene e poi di asciugarla perfettamente altrimenti l’acqua in eccesso scolerà sulla crostata compromettendo il risultato. Non solo, la frutta andrà scelta non troppo matura, perché altrimenti annacquerà tutta la torta rendendola molliccia.

Non solo, anche l’estetica in questo dolce vuole la sua parte, quindi sarà opportuno abbinare la frutta per colori, ad esempio partendo dai colori più scuri nell’interno e via via disporre quelli più chiari intorno o viceversa. Possiamo fare dei cerchi concentrici o delle composizioni in base alla nostra fantasia.

Altrimenti possiamo realizzare una crostata di frutta monocromatica, usando ad esempio solo frutti di colore rosso, come fragole, lamponi, ribes, mirtilli, o solo di colore giallo come pesche, ananas, susine. La scelta sarà solo vostra e a seconda dei vostri gusti.

In ogni caso ci dovrà essere un certo filo logico quando mettiamo i pezzi di frutta, che a loro volta dovranno essere tagliati meticolosamente. Ad esempio pere, mele, fragole, agrumi, pesche e albicocche vanno fatte a spicchi, mentre le banane, i kiwi a rondelle. Alcuni frutti, come quelli rossi, ma anche le ciliegie o l’uva, invece, non andrebbero tagliati.

Meglio però eliminare sempre dalla frutta ciò che non è commestibile, come noccioli, semi, bucce e quant’altro. Questo per rendere più agevole consumarla.

Anche le dimensioni sono importanti: le fette dovranno essere all’incirca tutte uguali per tipologia di frutto e comunque meglio partire dall’esterno con le parti più grandi per arrivare con i più piccoli verso l’interno.

crostata frutta trucchi
Fonte: Canva

Un altro consiglio è di non tagliare la frutta troppo in anticipo perché altrimenti tenderà ad ossidarsi diventando nera. Un trucco per non farla annerire è di passarci sopra del limone o l’arancia.

Infine, l’ultimo passaggio è ricoprirla di gelatina o altrimenti con un composto di marmellata. Vanno bene entrambi purché si lucidi la superficie della nostra crostata.

Da leggere