Melanzane grigliate, tutti i segreti per renderle morbide e super saporite

Se è vero che le melanzane stanno bene dappertutto, non è vero che le melanzane grigliate meritano poca attenzione. Oggi ci spieghiamo come cucinarle morbide e super saporite

segreti in cucina
canva

C’è sempre una buona occasione per portare a tavola le melanzane grigliate. Basta la parola, anche se in realtà non è tutto come sembra e non tutte le melanzane sono uguali. Per un perfetto risultato finale, per avere delle melanzane grigliate morbidissime e saporitissime, ci sono passaggi obbligatori da osservare e rispettare. Se ci riuscite, avrete fatto centro.

Partiamo dalla scelta delle melanzane: non esiste una varietà ottimale ma certamente le melanzane nere cono meglio di quelle viola. Fondamentale è invece il taglio delle fette. Non sono bistecche, quindi non devono essere molto spesse, ma spesse sì. Calcolate quindi almeno mezzo centimetro per ogni fetta e c’è un motivo ben preciso: se fossero troppo sottili, rischiate che brucino in fretta specialmente quando la griglia è bollente e non ci sarà mai una cottura uniforme. Quindi cercate di affettarle tutte uguali e tutte di quello spessore.
E a proposito della cottura, mettete le melanzane soltanto quando hanno perso quasi tutta la loro acqua e quindi non la rilasciano sulla griglia. Per questo, dopo averle affettate, mettetele in un colapasta, salatele con sale grosso e lasciatele ‘spurgare per almeno 40-45 minuti. Poi sciacquatele sotto acqua corrente e tamponatele con un canovaccio pulito. A quel punto saranno pronte da passare sulla griglia, sia sul fuoco che nel forno a seconda del tipo di cottura che avete scelto per grigliarle.
Altro elemento fondamentale è il condimento che sembra banale ma non lo è. Indipendentemente da quando le presentate a tavola, le melanzane grigliate hanno bisogno della compagnia giusta.

Quindi olio extravergine d’oliva di qualità eccellente, aglio a fettine (non dovete mangiarlo, ma non può mancare per delle melanzane grigliate super saporite), pepe nero oppure peperoncino ed erbe aromatiche. L’ideale è l’origano, sia fresco che secco,. Voi però potete sostituirlo con la menta, oppure la maggiorana o anche il timo. Una questione di gusto, in tutti i modi non rovinerete la ricetta.

Melanzane grigliate, la ricetta e i consigli per un piatto prelibato

melanzane

E adesso che vi abbiamo spiegato i trucchi per delle melanzane grigliate morbide e super saporite., passiamo alla ricetta vera e propria.

Ingredienti:
2 melanzane tonde (vanno bene anche quelle allungate, visto che sono più piccole, utilizzatene 3)
10-12 cucchiai di olio extravergine
origano secco
2 spicchi d’aglio
1 peperoncino piccante
sale

Dopo aver affettato le melanzane come vi abbiamo spiegato sopra, scaldate una griglia. Quando grigliate le verdure, tutte le verdure, deve essere bollente e fumante. Ma quale griglia scegliere? L’ideale è in ghisa ma potete anche scegliere un altro materiale.

In teoria 90-100 secondi per lato e le vostre melanzane sono grigliate al punto giusto, con una bella fila di strisce nere visibile ma non invadente. E soprattutto devono rimanere morbide, non secche, perché altrimenti anche con il condimento sarà un disastro.
Quando sono tutte pronte passate al condimento. In una ciotola mescolate abbondante olio extravergine, un po’ di origano sbriciolato con le mani, il peperoncino tagliato a fettine, gli spicchi di aglio sbucciati e tagliati a fettine e un po’ di sale. Mescolate con un cucchiaio e versate sulle melanzane e se vedete che l’olio non basta, aggiungetelo.

Olio per condire Canva

Lasciatele in questa marinatura per almeno 20-30 minuti in frigorifero ma se stanno di più è anche meglio. Passato questo tempo, turatele fuori e decidete come servirle. Sono ottime anche per condire un piatto di pasta oppure per riempire una piadina o una focaccia.

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti