Cavolo romanesco: scopri le sue incredibili proprietà

Tutto quel che c’è da sapere sul cavolo romanesco. Proprietà, benefici e controindicazioni.

Il cavolo (o broccolo) romanesco è un meraviglioso esempio di arte della natura e racchiude in se’ bellezza, salute, e bontà.
Scopriamo insieme quel che c’è da sapere su questo geometrico e delizioso ortaggio nostrano.

Tutto sul cavolo romanesco: proprietà, controindicazioni e curiosità

cavolo romanesco
fonte foto: Adobe Stock

Il cavolo romanesco (Brassica oleracea) è un’ ortaggio tipico delle zone laziali le cui origini si perdono nel tempo. Conosciuto sin dal XVI secolo, e citato in diverse opere dei poeti e scrittori locali.
Il cavolo romanesco è sostanzialmente un agglomerato di inflorescenze piramidali organizzate in uno schema a spirale frattale ripetuto all’infinito, disegno originale e rilassante che lo contraddistingue da tutti gli altri ortaggi.

Ricco di acqua, fibre, sali minerali, e vitamine, questa variante di broccolo si pone come potente antiossidante, regolatore dell’organismo ed efficace anti età.
Il cavolo romanesco quindi, non è solo bello da vedere ma è ricco di proprietà che andremo ad elencare di seguito:

  • Vermifugo
  • Antiemetico
  • Emolliente
  • Depurativo
  • Antitumorale
  • Antiossidante
  • Diuretico
  • Antietà
  • Gastroregolatore
  • Ipocalorico
  • Ipoglicemizzante

Una sua caratteristica importante è che induce sazietà in modo rapido, fatto che se sommato al suo basso apporto calorico, lo rende ideale per diete e regimi alimentari.

Calorie e valori nutrizionali del cavolo romanesco

Questi i valori medi per una quantità di 100 g. di cavolo romanesco:

  • Calorie: 30
  • Acqua: 87 g
  • Proteine: 6 g
  • Carboidrati: 3 g
  • Zuccheri: 2,5 g
  • Grassi: 3,5 g
  • Vitamina C: 60 mg
  • Calcio: 70 mg
  • Potassio: 370 mg
  • Magnesio: 30 mg
  • Ferro: 10 mg
  • Fibra: 5 g
  • Sodio: 6 mg

Ovviamente questi valori non vanno intesi come assoluti. In base alla varietà scelta, infatti, alcuni valori potrebbero essere un po’ diversi. Questa è comunque una media piuttosto attendibile che da l’idea delle tante proprietà di questo ortaggio.

Controindicazioni
Il cavolo romanesco non ha controindicazioni degne di nota.
Tuttavia se ne consiglia un’assunzione moderata e consapevole.
Avendo effetti diuretici se ne consiglia un’assunzione accorta da parte di coloro che hanno problemi di iperuricemia.

In ogni caso consigliamo sempre di rivolgersi al proprio medico curante per ogni eventuale problema o dubbio in merito.

Come assumere il cavolo romanesco

pasta con cavolo
fonte foto: Adobe Stock

Il cavolo romanesco si presta a tutti gli usi di un cavolo normale, come verdura cotta, come base per creme e zuppe, come condimento per pasta e riso. Anche se è sconsigliato mangiarlo crudo, per motivi di pulizia e salubrità dovuti alla particolare forma, se si è sicuri di averlo pulito molto bene è possibile, una volta tagliato e mondato a dovere, utilizzarlo per pinzimoni ed insalate.
È sempre consigliabile cucinarlo al vapore piuttosto che bollito, per preservare meglio le sue proprietà.

Si tratta insomma di un alimento che, a meno di problemi relativi alle controindicazioni, vale sempre la pena inserire nella propria alimentazione.

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti