Ecco i suggerimenti per provare una terapia di coppia “fai da te” in casa

Terapia di coppia “fai da te”? Sì, grazie! Ecco alcuni suggerimenti che puoi provare a casa insieme al tuo partner per migliorare la situazione.

terapia di coppia fai da te
(fonte: Canva)

Parliamoci chiaro: se avete bisogno di una sessione di terapia di coppia, quella fatta da soli in casa forse non avrà molto successo.

I nostri consigli, infatti, non possono in nessun caso sostituire il parere ed il modo di fare di un esperto o di un dottore!

Quelli che ti proponiamo qui sono alcuni suggerimenti per provare a “migliorare” la situazione tra di voi, ispirati alle tecniche delle terapie di coppia.
Chissà, magari vi verrà voglia di provare!

Terapia di coppia “fai fa te”: ecco i suggerimenti

Chi lo ha detto che la terapia di coppia fa bene solo alle coppie in crisi?
Certo, se la tua relazione è arrivata ad un punto “di non ritorno“, ci sono forti probabilità che un percorso fatto insieme sia la soluzione migliore per evitare di arrivare alla rottura.

Spesso, però, l’idea di iniziare un percorso di terapia ci fa paura oppure temiamo di non avere il tempo od il denaro da impiegare.
Cosa possiamo fare allora?
Cosmopolitan ha messo insieme una serie di consigli (insieme alla terapista Rachel O’Neill) per tentare di ricreare una terapia… in casa!

Se pensi che il tuo partner ti faccia arrabbiare (ti abbiamo parlato qui dei motivi) più del necessario o se credi che il vostro rapporto potrebbe essere a rischio, questa lista di suggerimenti sono perfetti per voi.
Non si tratta di cercare di risolvere da soli una situazione critica (per quello bisogna sentire un dottore) ma mettersi d’impegno per riprendervi i vostri spazi.

Tra pandemia, quarantene e convivenze forzate, coppie divise e congiunti fuori regione la vostra coppia ne ha passate sicuramente troppe.
Anche se il vostro rapporto non è sull’orlo della crisi, quindi, questi suggerimenti possono comunque aiutarti: pronti a provare?

  • venti minuti al giorno: Il suggerimento è quello di programmare (e farlo davvero, mettendo l’appuntamento in calendario) venti minuti al giorno per te e per il tempo con il tuo partner.
    In questi venti minuti potrai prima comunicare direttamente con il tuo compagno: no, non dovete parlare del tempo o della vostra serie preferita!
    Scegliete di parlare di argomenti importanti e sensibili, facendo ovviamente attenzione al modo in cui vi esprimete.
    Io mi sento“, “Io vorrei“, “Io ho paura“: tutti questi esempi iniziano con “io”. Lo scopo è quello di esprimere davvero come ti senti!
    Allo stesso modo, i venti minuti per te devono essere sacri ed inviolabili: leggi un libro, dipingi, guarda fuori dalla finestra, fai esercizio oppure qualcosa che sia solo ed esclusivamente per te.
  • continuate a darvi degli appuntamenti: sappiamo bene che non si può uscire di casa, per questo vi abbiamo suggerito qui cinque appuntamenti da fare “al chiuso”!
    L’idea è quella di cercare di movimentare la vostra relazione evitando di scadere nella routine, che dato il difficile momento storico è diventata sicuramente parte della vostra giornata.
    Se non vi piacciono i nostri suggerimenti potete provare ad inventarvi dei nuovi “appuntamenti”. La scelta è (quasi) infinita!
  • un occhio alla vita intima: è d’obbligo (o quasi) cercare anche di mantenere la vostra vita intima sui binari giusti.
    Anche se può essere difficile mantenere viva l’eccitazione (qui ti abbiamo dato cinque consigli per provare a farla “partire”), i rapporti intimi sono una parte importante del vostro rapporto!
    Potete provare le nostre cinque idee di giochiintimi oppure uno degli outfit che, a quanto pare, fanno impazzire gli uomini.
    Insomma, avete molte opzioni a disposizione per tenere sotto controllo la vostra vita intima: fare un tentativo è d’obbligo!

terapia di coppia fai da te
(fonte: Canva)

Questi suggerimenti di certo non possono aiutarvi come farebbe un vero psicologo o terapeuta ma sono un “primo passo”.

Se pensi che la tua coppia potrebbe beneficiare di un percorso di terapia, questi potrebbero essere dei piccoli consigli per vedere come rispondete.

Allora, pronti a diventareterapistifai da te“?

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti