Uova di Pasqua a dieta? Si può! Scopri come

Scopri come gustare l’uovo di Pasqua anche mentre sei a dieta. Le regole da seguire per concederti un momento di gusto senza sensi di colpa.

Nel mese di Pasqua uno degli interrogativi più grandi riguarda senza alcun dubbio il consumo delle uova di cioccolato e del cacao in generale. Questo alimento è infatti uno dei primi che manca quando si è a dieta. Cosa che, ovviamente, risulta ancor più pesante nel periodo di Pasqua.

Per fortuna, se di qualità, l’uovo di cioccolato fondente può essere inserito all’interno della dieta. Basta infatti scegliere quello giusto, non esagerare con la quantità e si avrà la possibilità di gustare qualcosa di buono senza per questo temere di vedere salire l’ago della bilancia.

Come gustare l’uovo di cioccolato anche quando si è a dieta

uovo di Pasqua
fonte foto: Adobe Stock

Se anche tu fai parte del team “uovo di cioccolato a Pasqua” sappi che il modo per gustarlo c’è. Ciò che conta è usare la giusta moderazione e scegliere quello giusto.

È ormai confermato, infatti, che il cioccolato fondente sia una qualità adatta a chi è a dieta. E questo perché seppur calorico offre diverse proprietà benefiche utili anche per la perdita di peso. Tra le più importanti ricordiamo:

  • Sazia facilmente grazie alla quantità di grassi buoni
  • Limita la fame nervosa
  • Nella giusta quantità stimola il metabolismo
  • È un antidepressivo naturale
  • Aiuta l’organismo a lavorare meglio
  • Ha un basso indice glicemico
  • Quanta cioccolata mangiare a Pasqua

Ora che abbiamo visto perché la cioccolata fa bene, capiamo quale scegliere e quanta mangiarne.

Il primo dato importante riguarda la qualità. L’uovo dovrà infatti essere fondente almeno al 75%. Riguardo le quantità, secondo una recente ricerca tedesca, si può consumare fino a 40 grammi di cioccolato fondente al giorno senza per questo ingrassare purché lo stesso venga inseriti all’interno di una dieta sana e bilanciata.

Di norma, se il cioccolato viene consumato spesso, la quantità si riduce a 20/30 grammi. Quanto agli effetti positivi, però, non ci sono dubbi.

Cioccolato
Cioccolato fondente Fonte:Pixabay

Ovviamente, trattandosi di una giornata speciale, si può pensare di gustare tranquillamente i 40 grammi di uovo, mantenendo la quantità anche il giorno dopo. Ciò che conta, come già detto, è mangiare in modo sano e bilanciato e fare la giusta attività fisica.

Attenzione: queste indicazioni vanno bene in generale. Se si è seguiti da un nutrizionista è bene chiedere il suo parere al fine di non compromettere il percorso che si sta compiendo.

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti