Come pulire bene i lampadari di cristallo. Consigli e rimedi per te!

Avere lampadari di cristallo in casa è il sogno di quasi tutte le donne. Sono belli da vedere ma spesso scoraggia un po’ la loro pulizia. Ecco tutti i trucchetti per mantenerli sempre scintillanti

Quando la casa è troppo grande, solitamente ci si organizza per pulirla a fondo. Un giorno viene dedicato alla pulizia approfondita della cristalliera. Fatto questo, si passa magari a spolverare gli armadi, a pulire i cassetti della cucina e così via.

lampadario
(Adobe Stock)

Arriva poi il turno della pulizia dei lampadari, che è sempre un po’ una mazzata. E’ un’operazione che implica salire e scendere dalla scala (con una buona dose di rischio) portare in altezza spugnette e detersivi e così via. Insomma è una di quelle faccende domestiche che non fanno proprio impazzire.

La situazione diventa persino più complicata quando, in casa, ci sono lampadari di cristallo super lavorati. Avete presenti quelli in stile impero? Beh, sono una vera e propria rogna! Di seguito vogliamo svelarti alcuni trucchetti per avere lampadari di cristallo sempre al top. Non scoraggiarti e prendi nota!

Pulizia lampadari di cristallo? Facile con questi consigli

Molti lampadari di cristallo in stile più classico hanno gocce e cristalli pendenti. Sono belli da vedere e catturano l’attenzione grazie ai meravigliosi riflessi di luce. Questi oggetti intramontabili, meritano particolare cura e manutenzione periodica che ne preservi bellezza e lucentezza.

Lampadari di questo tipo sono meravigliosi ma scoraggiano per la pulizia. Niente paura! Vediamo un po’ come si procede in questi casi per avere un ottimo risultato.

Per prima cosa, disattiva la corrente elettrica dal quadro generale. Mi raccomando, non te ne dimenticare! Fatto ciò, posiziona subito una scala, possibilmente solida e robusta. Meglio se, con te, ci sia un’altra persona. Procurati anche un telo assorbente da porre sul pavimento sotto il lampadario.

Rimuovi la polvere in eccesso dalle gocce e dai braccetti che le sorreggono (sono quasi sempre in ferro battuto o ottone). Per farlo, è meglio se usi un panno in microfibra morbido e spesso. Con un pennellino o uno spazzolino da denti, elimina la polvere dagli eventuali intarsi e dalle curve dei braccetti metallici.

Conclusa questa prima fase, spruzza un prodotto apposito sulle gocce, affinché ritrovino la lucentezza di sempre. Poi ripassa con un panno in microfibra per asciugare e lucidare. Non preoccuparti se qualche gocciolina di soluzione cade sul pavimento, non succede nulla.

In commercio c’è una vasta gamma di prodotti specifici per i lampadari in cristallo. Quelli più raccomandati sono a base di alcol o ammoniaca.

lampadario
(Adobe Stock)

Per pulire la parte in metallo del lampadario valgono le stesse regole. Prima bisogna spolverare e poi trattare con qualche soluzione specifica. Ma non è detto che tu debba ricorrere per forza a prodotti chimici. Puoi usare anche qualche rimedio della nonna.

In un bicchiere puoi preparare, ad esempio, una miscela di acqua e aceto bianco, che ha un naturale potere disincrostante e detergente. Immergi le gocce di cristallo e poi asciugale accuratamente. Al posto dell’aceto puoi usare anche un po’ di detersivo per i piatti. Per la pulizia delle parti metalliche puoi preparare una soluzione di acqua e limone.

Se hai un lampadario di cristallo, magari a gocce, ora sai come fare per pulirlo bene. Niente panico, con un po’ di pazienza e seguendo questi consigli, il risultato sarà perfetto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti