Frangia sì o frangia no? Ecco a chi sta bene e chi dovrebbe evitarla

A chi sta bene la frangia? È tornata di gran moda nell’ultimo periodo: da Jennifer Lopez fino a Michelle Hunziker sono moltissime le donne dello spettacolo l’hanno adottata, ma ci può donare davvero? Ecco cosa c’è da sapere.

frangia a chi sta bene
(Pexels)

La frangia ha la capacità di rendere armonici i tratti del volto e dare al viso un aspetto più giovanile, a patto di essere utilizzata nel modo corretto, con stili e acconciature studiati ad hoc.

Le ragazze che preferiscono rinunciare a questo taglio optando per un ciuffo più facile da gestire, lo fanno perché temono la sua manutenzione piuttosto difficile, anche se in realtà è sempre possibile imparare a spuntare la frangia da sole con poco sforzo e con solo un po’ di studio.

 

Ecco però quando conviene scegliere la frangia e quando è il caso di riporre il sogno nel cassetto.

A chi sta bene la frangia? Tutti i si e i no

Michelle Hunziker
(Getty Images)

La scelta di coprire la fronte con i capelli pare abbia diversi superpoteri, come nascondere la fronte (soprattutto se presenta molte imperfezioni cutanee come bollicine e brufoli) o se è particolarmente alta, sottolineare gli occhi rendendo lo sguardo più magnetico, accorciare un viso lungo se si ha un ovale troppo affusolato.

Anche se tutto questo può essere assolutamente vero, bisogna prestare molta attenzione a come si adopera la frangia e soprattutto a come la si adatta al proprio look e alla forma del proprio viso.

Viso piccolo: assolutamente no

Chi ha il viso molto piccolo dovrebbe evitare la frangia, poiché coprire la fronte “soffocherà” ulteriormente il viso tra i capelli, facendolo quasi del tutto scomparire.

Se proprio non si può fare a meno di questo look, meglio optare per una versione sfilzata e leggera, evitando di scegliere taglio dritto e compatto che oscurerebbe la fronte completamente.

Viso squadrato: meglio evitare

Chi soffre all’idea di avere una mandibola troppo forte e squadrata, quasi mascolina, dovrebbe evitare la frangia, soprattutto quella dritta e piena, che sembra tirata con il righello.

Questo perché un taglio di questo tipo accentuerebbe in maniera significativa la geometria spigolosa del viso, contribuendo ad accentuare l’effetto quadrato che si tende, in genere, a mitigare.

Se proprio si vuole provare l’effetto frangia e si possiede un viso squadrato e dai tratti decisi si potrebbe optare per la versione JLo: Jennifer Lopez ha infatti deciso di abbracciare la frangia scegliendo una versione lunga e morbida, molto naturale e poco rigorosa, che dona una certa dolcezza ai tratti del viso.

Viso rotondo: no

Il viso rotondo ha volumi molto “concentrati”, gli occhi, il naso, la bocca e le gote sembrano tutti molto vicini. La frangia tenderebbe a nascondere una delle poche parti libere del viso, cioè la fronte, accentuando l’impressione che il viso tondo sia molto “affollato”.

Inoltre, un viso tondo sembrerebbe ancora più tondo con una frangia che cada sulle sopracciglia: in realtà questo potrebbe rientrare negli effetti desiderati ma, se non è l’idea che si intende inseguire, è meglio evitare la frangia a tutti i costi.

Viso ovale o a cuore: assolutamente sì!

Il viso ovale ma non allungato si sposa perfettamente con la frangia, che tende ad “abbracciarlo” e a mettere in risalto la sua armonia naturale.

Anche chi ha il viso a cuore, cioè con le gote evidenti e gli zigomi che salgono molto quando si ride, dovrebbe optare tranquillamente per la frangia, poiché questo taglio accentua proprio gli zigomi.

In questo caso si può optare indifferentemente per una frangia sfilzata o compatta, lunga o corta come Amelie, dal momento che il risultato sarà sempre perfetto e romantico.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da A N A F O N T E (@anafontegris)

Viso lungo: certamente sì (basta non commettere imprudenze)

La frangia sta molto bene su un viso ovale o oblungo, poiché riesce ad “accorciarlo” rendendolo in generale più armonico e gradevole. In questo caso è molto meglio optare per una frangia lunga e sfilzata, di certo non per una frangia corta e super sbarazzina che potrebbe dare l’impressione che la fronte sia talmente alta da non riuscire a stare sotto la frangia!

frangia a chi sta bene
(Pexels)

Anche se la frangia fa molto nell’economia totale del look del viso, il make up può contribuire notevolmente a correggere e ammorbidire i tratti del viso che si intende mascherare o che, al contrario, si intende rendere più evidenti. Imparare l’arte del contouring, anche soltanto utilizzando il blush, è fondamentale per chi ha voglia di “cambiare i connotati” senza ricorrere al bisturig.

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti