Sogni un Balayage a regola d’arte? Ecco quali sono gli errori da evitare!

Gli errori di Balayage più comuni sono anche quelli che potrebbero letteralmente rovinare un lungo lavoro del parrucchiere e deludere le aspettative: ecco quali sono!

errori balayage
(Instagram)

Il Balayage è una tecnica di schiaritura dei capelli che punta tutto sulla totale naturalezza del risultato finale.

Non si tratta di una tecnica con cui si altera il colore naturale del capello, ma di una schiaritura progressiva dei capelli a partire dalle radici fino alle punte. Questo significa che il colore di base viene rispettato e mantenuto esattamente com’è: semplicemente ad esso si sovrappongono i suoi stessi toni più chiari.

La delicatezza dell’intervento del parrucchiere è il segreto fondamentale per la buona riuscita di questa tecnica ma ci sono errori che si possono commettere a prescindere dall’abilità dell’hair stylist: ecco quali sono.

Gli errori di Balayage a cui prestare massima attenzione

errori balayage
(Instagram)

In merito al Balayage si possono commettere errori tecnici di esecuzione ma anche errori di manutenzione, che quindi esulano completamente dall’azione del parrucchiere e sono totale responsabilità di chi porta il balayage.

Vediamo gli errori di esecuzione.

1. Realizzare il taglio dopo il Balayage

Come già accennato, la progettazione del Balayage avviene sull’intera lunghezza dei capelli, di cui si prendono in considerazione consistenza, texture e lunghezza.

Per questo motivo è un errore gravissimo realizzare il balayage e solo successivamente accorciare le lunghezze o modificare l’intera impostazione del taglio.

Il Balayage va quindi progettato su un taglio definito e che non si intende modificare, anche perché i toni vanno anche regolati sul volume del taglio in base alla forma del viso, soprattutto se si intende utilizzare il Balayage come una tecnica di contouring per valorizzare e “correggere” i tratti salienti del volto.

2. L’applicazione di colori

Dal momento che si tratta di una tecnica molto precisa di colorazione dei capelli, non si può pretendere che il parrucchiere adoperi colori differenti da quello di origine sulla lunghezza dei capelli, passando per esempio da radici naturalmente castane al dorato sulle lunghezze e al giallo sulle punte.

Questo snaturerebbe completamente sia la finalità del Balayage sia il risultato finale dell’intervento.

3. Ripetizione troppo frequente del Balayage

L’estrema delicatezza di questa tecnica fa sì che il Balayage non danneggia la texture dei capelli, anche di quelli più sottili e porosi.

Nonostante questo però è assolutamente necessario non superare i 3 interventi di Balayage all’anno, cioè circa uno ogni quattro mesi.

Per correggere la ricrescita si possono adoperare creme schiarenti e leggermente schiarenti, in maniera da armonizzare il colore del balayage già effettuato con quello delle radici senza dover intervenire nuovamente su tutta la lunghezza dei capelli.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Balayage Obsessed (@balayageobsessed)

Per quanto riguarda invece il “fai da te” sui capelli con Balayage gli errori più comuni sono:

1. Lavare i capelli con prodotti aggressivi

Anche e il Balayage non produce danni gravi alla salute dei capelli è strettamente necessario lavarli con prodotti appositamente formulati. Vanno benissimo i prodotti per capelli colorati ma è necessario prestare massima attenzione all’idratazione, quindi utilizzare regolarmente maschere idratanti, balsami o trattamenti naturali.

L’errore più grave che si possa fare è comunque quello di utilizzare shampoo troppo aggressivi e schiumogeni non adatti al tipo di capello: sui capelli schiariti con il Balayage la loro azione produce una secchezza ancora maggiore rispetto a quella che si produrrebbe su capelli al naturale.

2. Cimentarsi con il Balayage in casa

Molte donne eseguono regolarmente la tinta dei capelli in casa, spesso con risultati davvero ottimi. Per questo motivo è abbastanza naturale pensare che, se si è particolarmente esperte in tinte per i capelli fai da te, sarà possibile eseguire il Balayage a casa senza troppi problemi.

Si tratta purtroppo di un grave errore di valutazione. In linea generale i Balayage eseguiti in casa con il metodo “fai da te” risultano piatti, privi di movimento e tridimensionalità. Il consiglio migliore che si possa dare a chi vuol sperimentare questo tipo di colorazione è quello di lasciar fare solo e soltanto al parrucchiere.

3. Eseguire altri interventi fai da te sui capelli con Balayage

La tentazione di dare una “spuntatina” ai capelli molto cresciuti o che hanno perso la propria forma originale è fortissima, soprattutto quando non è possibile affidarsi alle mani del parrucchiere.

Se può essere una buona idea, non troppo difficile da mettere in pratica su tagli semplici e capelli non colorati, sui capelli con Balayage è meglio non intervenire con le forbici. Il motivo è molto semplice: come già accennato poco sopra il balayage viene effettuato dopo un’attenta progettazione da parte dell’hair stylist, che tiene in considerazione la lunghezza e la forma della chioma al momento della colorazione.

Se l’intervento casalingo modifica in maniera importante il taglio in questione o accorcia drasticamente la lunghezza dei capelli potrebbe venir meno anche l’armonia generale del balayage.

 

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti