Vinaccioli: proprietà, benefici e controindicazioni

I vinaccioli sono ricchi di proprietà benefiche. Scopriamo quali sono le più importanti.

Quando ci approcciamo ad un grappolo d’uva, solitamente ci concentriamo sulla carnosa e gustosa polpa. Molti evitano i semi in quanto fastidiosi sotto i denti, ma questi piccoli semi chiamati vinaccioli hanno in loro un tesoro di proprietà benefiche.
Andiamo ad aprire i forziere dei tesori nascosti nel cuore dei chicchi d’uva, scoprite con noi il potere dei vinaccioli.

Tutto sui vinaccioli: proprietà, controindicazioni e curiosità

 

vinaccioli
fonte foto: Adobe Stock

L’uva, si sa, da millenni è apprezzata per il suo charme, gusto e proprietà. Vi sono diete, regimi alimentari e tabelle di disintossicazione che la vedono protagonista. L’Ampelo terapia, ad esempio, si basa principalmente sull’assunzione di uva come depurativo ed antiossidante. Tuttavia non solo i chicchi dell’uva sono importanti, ma anche i suoi semi.

I vinaccioli infatti sono ricchi di sostanze che apportano enormi benefici in termini fisici e cosmetici. Flavonoidi, tannini, acidi organici, polifenoli, Vitamina E e acidi grassi “omega6” come l’acido linoleico, l’acido stearico, l’acido miristico, fanno dei semi dell’uva un potentissimo antiossidante, in grado di combattere in modo estremamente efficace i radicali liberi, aiutare la rigenerazione cellulare e rallentare all’invecchiamento.

I vinaccioli costituiscono un valido aiuto contro gli effetti negativi del tabacco, delle sostanze tossiche all’interno del nostro organismo, combattono il colesterolo cattivo e migliorano la circolazione sanguigna regolando al contempo la pressione.
Utilizzati sia per la cosmesi che per la preparazione di fitocomposti, i vinaccioli sono un valido aiuto sia per la pelle che per i capelli. Soprattutto l’olio, favorisce la salute del derma e del capello aiutandolo a mantenere forza, integrità e lucentezza.

Calorie e valori nutrizionali dell’olio di vinacciolo

Questi i valori medi per una quantità di 100 g. di olio di vinacciolo:

  • Calorie: 880
  • Proteine: 0 g
  • Carboidrati: 0 g
  • Zuccheri: 0 g
  • Grassi: 100 g
  • Vitamina E: 29 mg
  • Calcio: 0 mg
  • Potassio: 0 mg
  • Ferro: 0 mg
  • Fibra: 0 g
  • Sodio: 0 mg

Ovviamente questi valori non vanno intesi come assoluti. In base alla varietà scelta, infatti, alcuni valori potrebbero essere un po’ diversi. Questa è comunque una media piuttosto attendibile che da l’idea delle tante proprietà dell’olio estratto da questi semi.

I semi d’uva, possono essere trovati sia come olio che come integratori, sia in capsule che polvere. Riassumiamo in breve le proprietà dei vinaccioli:

  • Antiossidanti
  • Depurativi
  • Antidiarroici
  • Antiradicali
  • Antietà
  • Antiinfiammatori
  • Cardioprotettivi
  • Stimolanti
  • Antistress
  • Anticolesterolici
  • Antitumorali
  • Gastroproptettivi

I vinaccioli contengono, inoltre, importanti quantità di collagene, ideale per il rafforzamento del tessuto connettivo, della pelle e dei legamenti. Grazie all’apporto di vitamina E proteggono occhi e vista in generale.

Controindicazioni
Anche se non vi sono apparentemente controindicazioni nel consumo di vinaccioli, è sempre consigliato un utilizzo moderato come per ogni alimento.
I semi d’uva sono sconsigliati a coloro che sono direttamente allergici o intolleranti all’uva o alla sua famiglia botanica.

In ogni caso consigliamo sempre di rivolgersi al proprio medico curante per ogni eventuale problema o dubbio in merito.

Come assumere i vinaccioli

vinaccioli
fonte foto: Adobe Stock

I vinaccioli si assumono solitamente sotto forma di integratori, sia in capsule che in polvere, ma anche come olio. Sia per condire che per friggere (ha un elevato punto di fumo), l’olio di vinacciolo è un’ottima scelta per il nostro benessere.
La farina di vinacciolo è priva di glutine e può essere utilizzata sia nei dolci che nei salati.
I vinaccioli tostati e macinati venivano spesso usati come succedaneo del caffè.

Si tratta insomma di un ingrediente davvero importante e ricco di proprietà per cui vale la pena inserirli nella propria alimentazione.

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti