Yerba mate: proprietà, benefici e controindicazioni

Yerba mate: scopri perché fa bene e quali sono le sue incredibili proprietà.

Il mate, o Yerba Mate, è una pianta dalle cui foglie essiccate si estrae una bevanda stimolante ed energizzante molto diffusa in Sud America.
Alla stregua del matcha giapponese anche per la yerba mate si esegue tradizionalmente un rituale di preparazione molto suggestivo. Scopriamo insieme le caratteristiche di questa pianta dalle proprietà stimolanti.

Tutto sulla yerba mate: proprietà, controindicazioni e curiosità

yerba mate
fonte foto: Adobe Stock

La yerba mate (Ilex paraguariensis) della famiglia delle Aquifoliacee, proviene da un albero originario del Sud America, che può arrivare anche ai 20 mt di altezza. Coltivata oggi soprattutto in Brasile, Paraguai, ed Argentina, l’erba mate, o semplicemente mate o maté, ottima come corroborante, si sposa bene con tutti i tipi di cibo, sia con quello dolce che con quello salato.

Diffusa ed apprezzata in tutta l’America Latina, la yerba mate veniva tradizionalmente preparata mediante una cerimonia particolare dagli Indios Guaranì (che utilizzavano l’acqua fredda), e successivamente appresa dai “Conquistadores” spagnoli. Furono i Gesuiti a sviluppare poi l’infusione in acqua calda utilizzando l’erba mate al posto delle foglie di tè.

La cerimonia del mate è un momento di unione e formalità che prevede l’utilizzo di una zucca essiccata decorata dentro la quale viene preparato l’infuso. Successivamente si beve dalla zucca (convivialmente tutti insieme dalla stessa zucca) con una cannuccia con un’estremità bombata che serve per evitare di suggere le foglie, chiamata “bombilla”.
Da noi è ormai reperibile ovunque, soprattutto nei negozi biologici, etnici e elle erboristerie.

La principale caratteristica del mate è la spinta energetica che da al fisico,anche grazie all’apporto di
caffeina che nelle foglie giovani essiccate è del 2%.
Queste proprietà stimolanti rinvigoriscono corpo e mente aiutando il metabolismo a lavorare di più e meglio.
Le foglie di mate contengono fenoli, flavonoidi, sali minerali e vitamine. Ecco alcune delle sue proprietà:

  • Stimolante
  • Antisettica
  • Digestiva
  • Antiossidante
  • Anti età
  • Digestiva
  • Depurativa
  • Antinfiammatoria
  • Lassative

Inoltre, grazie ai suoi preziosi contenuti tiene a bada il colesterolo, incentiva la diuresi, ha effetti lievemente lassativi, stimola l’organismo a combattere stanchezza e debolezza e combatte i radicali liberi e favorisce la perdita di peso.
Calorie e valori nutrizionali
Questi i valori medi per una quantità di 100 g. di yerba mate:

  • Calorie: 29
  • Proteine: 3 g
  • Carboidrati: 3 g
  • Zuccheri: 0 g
  • Grassi: 0 g
  • Vitamina C: 3 mg
  • Calcio: 0 mg
  • Potassio: 302 mg
  • Ferro: 2,5 mg
  • Fibra: 0 g
  • Sodio: 0 mg

Ovviamente questi valori non vanno intesi come assoluti. In base alla varietà scelta, infatti, alcuni valori potrebbero essere un po’ diversi. Questa è comunque una media piuttosto attendibile che da l’idea delle tante proprietà di questa pianta.

yerba mate
fonte foto: Adobe Stock

Controindicazioni
Il mate va preso con moderazione in quanto in grado di sovreccitare causando stati di ansia e agitazione e battiti accelerati. Coloro che soffrono di ansia e assumono terapie rilassanti dovrebbero assumerne con molta moderazione.
L’assunzione di yerba mate è sconsigliata a coloro che hanno problemi tiroidei, coloro che soffrono di ipertensione, assumono farmaci che possono fare interazione con la caffeina, alle donne in stato di gravidanza ed allattamento e ai bambini.
Il consumo prolungato di yerba mate può dare dipendenza. In ogni caso consigliamo sempre di rivolgersi al proprio medico curante per ogni eventuale problema o dubbio in merito.

Come assumere la yerba mate

La yerba mate sì utilizza principalmente come infuso, caldo o freddo, zuccherato o no con o senza latte. É possibile impiegarlo in cucina alla stregua del the o caffè con tutti gli usi che se ne possono fare per aromatizzare dolci o panificati.
Sempre come per il tè matcha è quindi possibile dar vita a tiramisù e dolci particolarmente adatti per esaltarne il sapore.