C’è un orario ideale per la colazione? Sì, è prima delle 8.30. Il motivo

Non rinunci alla colazione? Fai benissimo! Sappi però che c’è un orario ideale per farla. Scopriamo insieme qual’è e, soprattutto, perché va rispettato

La colazione è irrinunciabile. E’ il pasto più importante dell’intera giornata. Svegliarsi al mattino e farla in modo corretto ed equilibrato, ci aiuta ad affrontare bene la giornata, con il giusto apporto d’energia necessario.

Ci sono tanti consigli preziosi per una colazione sana. Puoi cimentarti in una serie di ricette gustose e facili da preparare. Certo, contano molto anche i gusti personali. Non a tutti possono piacere gli stessi alimenti.

C’è poi il discorso delle intolleranze alimentari, tra le quali spicca quella al latte di vaccino. In questo caso, si può provare a sostituirlo con un latte di riso o di soia.

colazione
(Adobe Stock)

Nella tua colazione, non dovrebbe mai mancare l’avena. E’ un cereale molto importante, con tante proprietà benefiche. E’ ricco di fibre, carboidrati, calcio, ferro, vitamine del gruppo B e sali minerali. Insomma è una preziosa fonte di benessere da portare in tavola.

La colazione non va mai saltata perché è fondamentale. Ti aiuta ad arrivare all’ora di pranzo con un senso di fame più attutito.

Sicuramente inizi sempre le tue giornate con la colazione, così come raccomandano gli esperti. Forse però non sai che c’è un orario ideale per farla. Scopriamo subito qual è e perché va considerato.

Ecco qual è l’orario ideale da rispettare per la colazione

Quasi tutti facciamo colazione al mattino. Ma forse molti non sanno che c’è un orario ideale per farla. Lo dice la scienza.

Uno studio molto interessante della Northwestern Università di Chicago, ha analizzato gli orari dei pasti e, in particolare, della prima colazione. Sono stati analizzati i dati raccolti su un campione di 10.575 adulti americani, tramite un sondaggio nazionale su salute e nutrizione. Il risultato è stato sorprendente.

I ricercatori hanno notato che coloro che fanno colazione appena svegli o, comunque, prima delle 8.30, hanno nel sangue livelli di zuccheri molto più bassi rispetto a chi fa colazione più tardi.

L’orario della colazione influisce (e non poco) sulla concentrazione di glucosio nel sangue. E’ molto meglio fare colazione appena alzati, piuttosto che spostarla a metà mattinata.

colazione
(Adobe Stock)

La colazione resta comunque il pasto principe della giornata. Chi la salta oppure pensa di sostituirla con un caffè bevuto al volo non solo non perde peso ma, addirittura, rischia anche di ingrassare, perché poi arriverebbe a pranzo con una fame da lupi.

L’Italia va forte nel mondo per la dieta mediterranea, che è la più completa a detta di dietologi e nutrizionisti. Sulla colazione, però, non brilliamo. Prevale ancora molto quella fatta al bar, con caffè, cornetto o cappuccino, tutti cibi che non aiutano né a perdere peso né a combattere l’insulino-resistenza.

Sarebbe molto meglio sostituire cornetti, caffè e cappuccini con una colazione salata, fatta di uova, verdure e pane tostato. In alternativa, si potrebbe optare per uno yogurt con frutta secca o muesli.

 

 

 

 

 

 

Da leggere