Oggi è la giornata mondiale dell’acqua. Gli esperti: “Più valorizzazione”

Il 22 marzo di ogni anno si celebra la Giornata mondiale dell’acqua (World Water Day). Il tema scelto per il 2021 è “valorizzare l’acqua”, che è bene prezioso e condizione necessaria di vita

L’acqua è un bene primario per l’umanità. E’ una risorsa rinnovabile per il pianeta ed è indispensabile per ogni forma di vita. Nel corpo umano l’acqua è il costituente principale. In un adulto di circa 70 Kg, rappresenta almeno il 60% del peso corporeo.

Per la scienza l’acqua ha innumerevoli benefici sull’organismo umano. E’ importante bere quando si è a dieta perché aiuta a perdere peso, ovviamente rispettando l’apporto giornaliero raccomandato. Certo l’acqua, da sola, non fa miracoli. Bisogna comunque seguire una dieta sana ed equilibrata, su indicazione di uno specialista, e abbinare un po’ di attività fisica.

L’acqua è indispensabile per tutti, dai bambini ai giovani, dagli adulti agli anziani senza dimenticare gli sportivi. Sappi che però non tutte le acque minerali sono uguali. Ognuna ha delle caratteristiche specifiche, che dipendono dal tipo di sali in essa disciolti. E’ importante selezionare bene le acque in commercio, per individuare quella più adatta ai propri gusti, bisogni e disturbi.

acqua
(Getty Images)

Tutto il mondo celebra oggi l’acqua come bene prezioso da salvaguardare. E’ vero che l’acqua ricopre circa il 71% della superficie terrestre ed una risorsa rinnovabile. Ma è anche vero, però, che la maggior parte di essa è troppo salata per essere usata. Ecco perché bisogna limitare gli sprechi.

Giornata mondiale dell’acqua. Gli esperti: “Più gestione sostenibile”

Il 22 marzo di ogni anno si celebra la Giornata mondiale dell’acqua. E’ stata istituita per la prima volta nel 1992 dalle Nazioni Unite. Al centro della discussione c’è la tutela della risorsa idrica ma anche la sua accessibilità a tutti.

Vale la pena sottolineare che, in alcune zone del pianeta, disporre di acqua potabile è un vero privilegio. I paesi in maggiore difficoltà da questo punto di vista si trovano nel Sud del mondo. Nell’Africa subsahariana la mancanza di acqua potabile è una vera e propria piaga. Combattono con questo problema Niger, Ciad, Etiopia, Eritrea, Somalia, Repubblica Democratica del Congo, Uganda, Angola, Mozambico.

Donne e bambini sono spesso costretti a fare molti chilometri a piedi per prendere un po’ d’acqua non contaminata. Grazie alle associazioni di volontariato sono stati raggiunti obiettivi importanti. Sono stati costruiti diversi pozzi d’acqua, ma c’è ancora molto da fare per superare le diseguaglianza sociali.

acqua
(Getty Images)

Il tema del Water World Day 2021 è “valorizzare l’acqua”. Gli esperti denunciano la mancanza di pianificazione nell’utilizzo dell’acqua, in relazione alle molteplici attività dell’uomo.

Tutto questo sta portando ad un impoverimento della risorsa idrica, che viene spesso utilizzata in modo eccessivo, sprecata oppure resa inutilizzabile a causa di diverse forme di inquinamento. Serve subito un cambio di rotta. Bisogna garantire a tutti, oltre alla disponibilità, anche una gestione più sostenibile dell’acqua.

Ogni famiglia dovrebbe impegnarsi di più per abbattere gli sprechi d’acqua. Sono tanti i consigli da mettere in pratica per raggiungere l’obiettivo. Fare una doccia piuttosto che riempire tutta la vasca per lavarsi è, ad esempio, un’ottima scelta. Nel primo caso si può arrivare a consumare anche 80 litri d’acqua. Con una doccia, invece, molto di meno.

Ognuno deve fare la sua parte, per un uso più consapevole dell’acqua. Proprio a tutela del cosiddetto ‘oro blu’, il Consiglio Nazionale dei Geologi ha proposto la candidatura dell’Italia, in particolare delle città di Firenze e Assisi, ad ospitare la decima edizione del Forum Mondiale sull’Acqua (World Water Forum). L’appuntamento è per marzo 2024.

 

Da leggere