Moringa: proprietà, benefici e perché è così speciale

Scopriamo insieme le proprietà benefiche della moringa. Un ingrediente davvero speciale.

La Moringa oleifera è annoverata tra i nutraceutici ed è considerata un “superfood”. Il gusto e la consistenza simile al the Matcha con un retrogusto di alghe, ma è una pianta.
Vediamo insieme perchè fa bene alla salute e come utilizzarla per godere dei suoi molteplici benefici.

Tutto sulla Moringa: proprietà, controindicazioni, curiosità

moringa
fonte foto: Adobe Stock

La moringa oleifera appartiene alla famiglia delle moringacee ed ha origine nella fascia tropicale dell’Asia. Oggi è diffusa un po’ ovunque nella fascia equatoriale del pianeta.
Albero dal legno morbido, presenta rami cadenti e foglie formate da foglioline più piccole.
Questa pianta ha una varietà originaria dell’Africa centrale, che però da meno frutti e semi.
La particolarità della pianta è che resiste a climi avversi, alla siccità e si adatta a terreni poveri e aridi. Viceversa non è a proprio agio nei terreni alluvionali.

La pianta intera è commestibile, ed è interessante l’apporto proteico con amminoacidi essenziali di buona qualità che la moringa garantisce. Unica nel suo genere, questa caratteristica la rende un elemento fondamentale per la vita in paesi ed ambienti poveri di risorse. Mentre i frutti, baccelli, vengono bolliti quando ancora non sono maturi, ed i fiori si utilizzano nelle insalate, i semi si utilizzano più o meno come i ceci, dei quali recano anche il gusto.
Dalle foglie invece si ricava una polvere che viene commercializzata in tutto il mondo come tisana. Ma spesso si possono bollire e trarre vantaggio dalla loro corposità.

La polvere di moringa la si trova nei negozi bio o negli shop online, ma è possibile acquistarla anche in compresse.. Dal gusto pungente a metà tra il matcha e le alghe, dona agli infusi un gusto pungente e vigoroso, ma che alla lunga lascia un buon gusto in bocca.

La moringa è piena di qualità importanti. Oltre all’apporto proteico, circa il 20% in più di latte e uova e del latte vaccino, offre anche molte più vitamine delle carote e delle arance e molto più potassio delle banane.
Ricchissima di minerali, vitamine e fibre, la Moringa è un potente antiossidante, in grado di aiutare il fisico a contrastare efficacemente i radicali liberi, di rallentare l’invecchiamento cellulare e aiutare l’organismo e le sue difese immunitarie. Vediamo insieme le sue proprietà:

  • È un ottimo antinfiammatorio
  • Protegge la vista
  • Regola le funzioni intestinali
  • Rilassante naturale
  • Antistress
  • Contrasta i radicali liberi
  • Aiuta la cicatrizzazione dei tessuti
  • Protegge il fegato
  • Aiuta lo stomaco
  • Tiene a bada gli zuccheri nel sangue
  • Aumenta le funzioni cerebrali
  • Aiuta la cura di Capelli e pelle
  • Complesso vitaminico naturale
  • Aumenta la resistenza fisica

Calorie e valori nutrizionali della moringa

Questi i valori medi per una quantità di 100 g. di moringa:

  • Calorie: 64
  • Proteine: 9 g
  • Carboidrati: 8 g
  • Zuccheri: 0 g
  • Grassi: 1,5 g
  • Vitamina C: 52mg
  • Calcio: 185 mg
  • Potassio: 337 mg
  • Ferro: 4 mg
  • Fosforo: 112 mg
  • Manganese: 1,060 mg
  • Fibra: 2 g
  • Sodio: 9 mg

Ovviamente questi valori non vanno intesi come assoluti. In base alla varietà scelta, infatti, alcuni valori potrebbero essere un po’ diversi. Questa è comunque una media piuttosto attendibile che da l’idea delle tante proprietà di questo frutto.

moringa
fonte foto: Adobe Stock

Controindicazioni
Anche se non da apparenti controindicazioni, è bene fare un uso moderato di Moringa, come di ogni altro alimento.
Vista la scarsezza di informazioni in merito se ne sconsiglia comunque l’uso alle donne in gravidanza e in allattamento. In ogni caso consigliamo sempre di rivolgersi al proprio medico curante per ogni eventuale problema o dubbio in merito.

Come assumere la Moringa

La Moringa va assunta in quantità di circa un cucchiaino al dì, sciolto in acqua calda, non bollente, o unito a yogurt o kefir. È possibile unirla a tisane, infusi, o anche a dolci e/o panificati. A chi piace il gusto pungente può mescolarla alla farina per creare tipi di pasta fresca dal colore e sapore particolari.

Da leggere