Intolleranza al lattosio: ecco l’integratore che può aiutarti a gestirla meglio

Per tenere sotto controllo l’intolleranza al lattosio puoi aiutarti con un integratore a base di lattasi che ti permetterà di digerire meglio questa sostanza. 

Quante volte vi sarà capitato, specie andando a cena a casa di amici o al ristorante, di dover rinunciare a mangiare alcuni cibi per paura di stare poi male perché preparati con alimenti a base di lattosio?

O peggio ancora di aver mangiato fuori e poi di esservi sentiti male perché intolleranti al lattosio? Purtroppo si tratta di un disturbo molto fastidioso ma altrettanto comune tanto da investire circa il 70% della popolazione mondiale, variando in base all’etnia.

Scopriamo allora come funziona l’intolleranza al lattosio e come possiamo gestirla quando siamo fuori casa e non siamo sicuri di poter assumere solo alimenti privi di questa sostanza.

Intolleranza al lattosio: cos’è e come si manifesta

intolleranza lattosio integratore
Foto da Canva

Cos’è l’intolleranza al lattosio? Si tratta dell’incapacità di digerire il lattosio ovvero lo zucchero contenuto nel latte a causa di un deficit dell’enzima intestinale chiamato lattasi. Una condizione che viene definita come ipolattasia e che solo in Italia coinvolge il 50% della popolazione, anche se non tutti manifestano i sintomi.

Da non confondere con l’allergia al lattosio che invece è molto meno comune fra gli adulti ma più frequente fra neonati e bambini piccoli e che coinvolge il sistema immunitario che reagisce alle proteine del latte e si manifesta dopo aver assunto l’alimento.

L’intolleranza al lattosio quindi è causata dalla mancanza di un enzima prodotto nell’intestino tenue denominato lattasi. Questo enzima ha il compito di scindere il lattosio in glucosio e galattosio, due zuccheri semplici e facilmente assimilabili dal nostro organismo.

Ma se manca la lattasi, il lattosio non viene digerito, e quando raggiunge il colon viene attaccato dai batteri locali. Ed ecco che in questo processo si liberano i gas che generano i famosi sintomi dell’intolleranza al lattosio.

Vediamo come si manifesta allora l’intolleranza al lattosio. In genere si avvertono dolori addominali tipo crampi, meteorismo, flatulenza, stitichezza, nausea, mal di testa, stanchezza, digestione lenta, distensione addominale, pesantezza di stomaco, gonfiore, diarrea.

Ma come si può diagnostica l’intolleranza al lattosio? Generalmente gli intolleranti manifesteranno i sintomi elencati sopra, o alcuni di essi dopo aver assunto cibi contenti lattosio, ma se vogliono avere la certezza basterà sottoporsi al Breath test, il test del respiro.

Un esame facile e non invasivo che consiste nella somministrazione di una dose di lattosio al paziente e che se non riesce a digerirlo nel colon si verificherà una iperproduzione di gas idrogeno che poi in parte viene escreto dal polmone.

Ecco come gestire l’intolleranza al lattosio con un integratore

integratore intolleranza lattosio
Foto da Canva

Gli intolleranti al lattosio, grazie alla tecnologia farmaceutica, potranno integrare la lattasi per via orale, in questo modo riusciranno a gestire i sintomi legati all’intolleranza al lattosio.

Ricordiamo che quanto riportato non si sostituisce al parere del medico che dovrà essere sempre consultato prima di iniziare a far uso di qualsiasi integratore.

Ma come funziona? In pratica prima di assumere un pasto che contiene sostanze a base di lattosio bisognerà assumere una pastiglia di integratore di lattasi, che altro non è che l’enzima che permette di digerire il lattosio.

Occorre sottolineare però che questa soluzione, pur essendo utile nell’immediato, non permette di curare l’intolleranza al lattosio. 

Sarà utile quando ad esempio vogliamo concederci uno strappo alla regola, come una pizza in pizzeria o un pasto al ristorante o comunque se sappiamo che assumeremo dei cibi contenti lattosio.

Per le quantità da assumere bisognerà attenersi alla posologia indicata sul foglio illustrativo e comunque è sicuramente buona norma consultare il proprio medico di base prima di assumere qualsiasi prodotto.

Scopri anche come puoi sostituire il latte vaccino se sei intollerante al lattosio.

Da leggere