Cattivo odore nel bagno? Prova il rimedio infallibile delle cipolle!

Il tuo bagno emana un cattivo odore costante? Le hai provate un po’ tutte e non sai più cosa fare per risolvere? Allora ti sveliamo il trucco delle cipolle. Ecco come procedere

La cipolla è l’ingrediente principe di tante ricette gustose. Ha molte proprietà benefiche per il nostro organismo. L’importante è sapere come mangiarla. Qualche piccola controindicazione c’è, ma nulla di grave.

La cipolla rossa di Tropea è apprezzata e richiesta in tutto il mondo. Il suo sapore, particolarmente delicato, accontenta anche i palati più scettici. Come tutte le cipolle rosse ha un alto contenuto di vitamine, aminoacidi solforati, flavonoidi e antiossidanti.

cipolle
(Getty Images)

Fin qui, tutto chiaro e abbastanza scontato. La cipolla è un ingrediente indispensabile in cucina. Può regalare piacevoli note di sapore anche ai piatti più semplici.

Forse non sai che puoi utilizzare la cipolla anche per altri scopi. La ritroviamo, ad esempio, in tanti antichi rimedi. Puoi persino usarla se hai un cattivo odore in bagno. Lo sapevi? Vediamo insieme come procedere.

Odore cattivo nel bagno? Metti un cestino di cipolle!

Se pensi che le cipolle stiano bene soltanto in cucina, ti sbagli di grosso. Puoi usarle anche per risolvere un problema di cattivo odore nel tuo bagno.

Ti starai chiedendo sicuramente come. E’ semplice! Basta metterne alcune in un cestino. Puoi sistemarle intere, ma sarebbe ancora meglio tagliarle a metà. Le cipolle sono in grado di assorbire muffe, umidità e cattivi odori. Tenerne un cestino in bagno equivale quindi ad assicurare aria pulita anche dopo aver espletato i propri bisogni.

Il problema del cattivo odore interessa soprattutto le stanze da bagno poco ventilate. Ma, ora, sai che puoi provare a risolvere con le cipolle. Per testare il trucchetto, fai una prova. Taglia una cipolla a metà e lasciala in bagno per tutta la notte. Al mattino potrai verificare come è andata.

bagno
(Pixabay)

Ma non finisce qui. Il catalogo dei mille usi della cipolla è davvero vasto. C’è anche chi pensa che possa combattere virus e batteri. Ragion per cui molti rimedi della nonna per tosse o raffreddore suggeriscono proprio l’utilizzo delle cipolle in varie forme.

Alcuni tagliano la cipolla a metà e la lasciano sul comodino, nella convinzione di placare tosse, raffreddore e di purificare l’aria. Altri, invece, riescono a berne il succo in forma di decotto, magari con un po’ di zucchero e miele, per liberare il naso chiuso. Infine, c’è chi usa l’estratto di cipolla per fare dei gargarismi per la gola infiammata.

Esiste anche il cataplasma di cipolla, considerato un vero toccasana per il raffreddore. Si procede così: sbuccia e taglia una cipolla e mettila a cuocere a fuoco lento per circa 10 minuti. Falla raffreddare leggermente e poi avvolgila in un panno di cotone. Infine, sdraiati e applica l’impacco sul petto, per circa mezz’ora.

La cipolla ha proprietà antinfiammatorie, antisettiche e antibiotiche. Non ti resta che testarle al momento giusto. Giacché possono tornarti utili in mille modi, allora non farti mai mancare in casa una scorta di cipolle.

 

 

 

 

 

Da leggere