Stanchezza primaverile: come riconoscerla e contrastarla

La stanchezza primaverile è un problema piuttosto comune. Scopri come riconoscerla e cosa fare per contrastarla.

donna stanca
fonte foto: Adobe Stock

Quando arriva la primavera, capita spesso di sentirsi stanchi e assonnati senza motivo. Questa situazione, se protratta nel tempo può diventare fastidiosa, interferendo con il normale stile di vita.

Per questo motivo, oggi, noi di chedonna.it cercheremo di capire insieme le cause di questa sensazione di apatia, prendendo in considerazione anche le strategie e i rimedi per contrastarla. Pronte a ricaricarvi di nuova energia?

Stanchezza primaverile, da cosa dipende

rimedi stanchezza
fonte foto: adobe stock

Se anche tu fa parte del team che in primavera dormirebbe per tutto il giorno, puoi subito tranquillizzarti perché non sei affatto sola.

Ma perché ci si trova a dover combattere con la stanchezza proprio in una delle stagioni più belle dell’anno? La risposta è legata ai bruschi cambiamenti che debilitano il fisico nello sforzo di riadattarsi a ritmi diversi. Il cambio di temperatura, di luce e persino di orari con il cambio dell’ora, provoca una certa stanchezza che si traduce in una sensazione generale di spossatezza. I sintomi più frequenti sono:

  • Sonno costantemente
  • Apatia
  • Stanchezza
  • Fame
  • Irritabilità

Per fortuna ci sono tante piccole strategie che messe in atto in contemporanea possono limitare i danni, aiutandoci a vivere la primavera con maggior serenità ed energia.

Come contrastare la stanchezza primaverile

ricetta insalata chic
fonte foto: Istock Photos

Se la primavera è sinonimo di stanchezza, può essere importante premunirsi con il giusto anticipo ed iniziare a mettere insieme alcune piccole strategie per contrastare il problema.
In questo modo si riuscirà ad affrontare con maggior serenità il cambio di stagione, godendo anche delle prime giornate di sole. Vediamo quindi quali sono alcune delle tecniche che possiamo mettere in atto.

Seguire uno stile di vita sano. Questo significa andare a dormire presto e riposare per le giuste ore di sonno. Alzarsi più o meno sempre alla stessa ora e seguire una routine quotidiana nella quale inserire un’alimentazione sana e bilanciata, la giusta attività fisica e persino qualche passeggiata nella natura. In questo modo si aiuterà l’organismo a fare il pieno di energie, utili per contrastare la stanchezza.

Fare il pieno di vitamine. In genere la stanchezza si associa anche a carenze di vitamine e minerali. Per fare il pieno basta inserire nella propria dieta la giusta quantità di frutta e verdure. Qualora non si riuscisse, si può chiedere un parere al proprio medico ed optare per un integratore.

Prestare attenzione alle allergie. Spesso non ci si rende conto della cosa, ma avere l’allergia a qualche pianta o fiore può provocare anche stanchezza. Se capita di starnutire nel periodo primaverile o di avere altri sintomi riconducibili ad un’allergia, può essere utile parlarne con il medico. In questo modo si potrà trovare un modo per alleviare il problema, riacquistando parte delle energie sprecate nel combattere contro starnuti e problemi vari.

Dormire meno di 7 ore a notte ha un grave impatto sul nostro corpoCombattere la stanchezza primaverile è una cosa possibile e che vale sempre la pena di tentare. In questo modo si potrà godere a pieno di questo periodo vivendolo con una buona dose di buon umore.

Da leggere