Capi colorati perfetti? Ecco come lavarli correttamente

Se desiderate avere capi colorati sempre perfetti dopo ogni lavaggio è necessario prestare attenzione. Scopri come lavare i capi colorati correttamente.

capi colorati
Foto:Adobe Stock

Lavare i capi in lavatrice non è poi così difficile, è importante prestare la giusta attenzione al tipo di programma da scegliere e non solo anche il detersivo. Prestare attenzione ci permetterà di non sbagliare e di non ritrovarci con un bucato scolorito, macchiato e ristretto.

Il bucato colorato è all’ordine del giorno, spesso ci si ritrova con la cesta piena di capi colorati dagli asciugamani alle lenzuola e capi come t-shirt, magliette, pantaloni  e pigiami. Noi di CheDonna.it siamo qui per darvi qualche piccolo consiglio su come lavare correttamente i capi colorati, così che il colore si manterrà inalterato nel tempo.

Come lavare i capi colorati correttamente

capi colorati
Foto:Freepik

Prima di lavare il bucato colorato va fatta una selezione in base all’intensità di colore. I capi colorati possono essere chiari come giallo, azzurro o arancione, ma anche più intensi come rosso, verde scuro o violetto. Se si mettono insieme capi con colorazioni diverse i capi colorati chiari tenderanno ad assorbire la tinta, si sa che i capi purtroppo tendono a perdere colore durante il lavaggio in lavatrice soprattutto se sono capi nuovi. In questi casi si consiglia di procedere con un lavaggio a mano, ma potete fare una prova, mettete il capo colorato nuovo in una  bacinella con un panno di cotone bianco o asciugamano bianco, se dopo mezz’ora circa il capo bianco non presenta macchie di colore vorrà dire che il capo colorato non rilascia colore e lo potete mettere insieme agli altri capi. In caso contrario allora vi consigliamo di lavarlo a mano.

Poi lo step successivo è separare i capi in base al tipo di tessuto e anche in base allo sporco. Ricordate che vanno rispettate le temperature e centrifughe. In caso di capi delicati non si può utilizzare lo stesso lavaggio dei capi in cotone.

Ecco come lavare correttamente i capi colorati così da preservare i tessuti, si può optare per un lavaggio in lavatrice o a mano.

-Lavatrice. Quando mettete i capi nella lavatrice dovete innanzitutto separare in base ai colori e poi valutare se sono presenti delle macchie da pretrattare. Non dovete mai mettere capi troppo sporchi con capi più puliti. Adesso si che potete impostare il lavaggio delicato dove la temperatura dell’acqua è compresa solitamente tra i 30 e i 40 gradi con una centrifuga a basso numero di giri. Anche se il lavaggio a temperature più elevate garantisce una migliore igienizzazione si rischia di rovinar i tessuti, facendo perdere il colore. Non solo ricordate che l’etichetta vi da tutte le informazioni necessarie per lavare il bucato correttamente; non tutti i capi si possono lavare in lavatrice dipende dai tessuti.

Versate adesso nella vaschetta della lavatrice il detersivo e l’ammorbidente specifico per capi colorati, scegliete sempre prodotti delicati che rispettano i tessuti, lavatrice  e ambiente. Se ritenete opportuno igienizzare il bucato è necessario mettere circa 5 gocce di olio essenziale di tea tree al bucato, che ha un’azione antibatterica, quindi perfetto per detergere in profondità i capi. In caso di capi intimi, seguite i consigli per un lavaggio  perfetto.

-Mano. In caso di capi più delicati è consigliabile lavarli a mano magari con acqua fredda  per evitare così di scolorirli o danneggiarli. Preparate una soluzione di acqua fredda con detersivo specifico e mettere sempre i capi della stessa intensità di colore per evitare che si possano scolorire. Potete scegliere il sapone di Marsiglia, dopo il lavaggio, sciacquate sotto acqua corrente fredda e poi lasciate asciugare all’aria.

In caso di capi colorati in tessuti come lana potete seguire qualche piccolo consiglio.

Adesso provate a seguire i nostri consigli così da non sbagliare.

Da leggere