Ti piaci allo specchio? Se la risposta è no, scopri come iniziare a farlo

Scopri come migliorare il tuo rapporto con lo specchio, imparando a vederti più bella e ad apprezzarti per come sei.

donna specchio
fonte foto: Adobe Stock

La maggior parte di noi ha un rapporto ambivalente con lo specchio. Questo. Infatti, viene visto nella maggior parte dei casi come una sorta di giudice supremo. Cosa che provoca una certa ansia ogni qual volta si decide di confrontarcisi. In altri casi lo si può vivere con uno stato di malessere costante, provocato da un ritorno di immagine che non è mai come si vorrebbe.

Le persone che lo usano effettivamente solo per specchiarsi e che mentre lo fanno hanno un animo leggero e sereno, sono sempre meno. E questo è un aspetto davvero triste se si pensa che con qualche accortezza, lo specchio potrebbe diventare il nostro migliore amico. Come? Semplicemente migliorando l’immagine che abbiamo di noi stesse ancor prima di specchiarci. Un percorso lungo e non sempre facile ma che porta di sicuro dei risultati per cui vale la pena mettersi in gioco. Vediamo quindi quali sono gli step che andrebbero compiuti per imparare a guardarsi con un sorriso (sincero) davanti allo specchio.

Apprezzare la propria immagine allo specchio: ecco come fare

donna allo specchio
Fonte: Istock photo

Spesso si pensa che l’unico modo per piacersi davanti allo specchio sia quello di sottoporsi a diete drastiche o make up così complessi da modificare il volto. La verità è che il rapporto con lo specchio nasconde qualcosa di ben più profondo e che ha a che fare con ciò che si pensa di se.

Ecco, quindi, che per piacersi è importante prima di tutto lavorare su se stessi e sull’immagine ideale che si ha di se. Solo così si potrà imparare a vedere lo specchio come un amico in grado di suggerirci come migliorare ancora ma senza giudizi o sentenze volte a farci star male. Un percorso che possiamo iniziare da subito muovendo pochi semplici passi.

Imparare a guardarsi in modo obiettivo. Spesso per farlo è necessario un certo distacco emotivo. Il trucco è infatti quello di guardarsi come se si avesse davanti un’amica che si è deciso di aiutare a trasformarsi nella sua versione più bella. Invece di cercare difetti è quindi opportuno focalizzare l’attenzione sui punti di forza o che possono diventare tali. Possono essere i capelli, la linea del naso, le labbra carnose o con una forma particolare. E ancora il taglio degli occhi, l’attaccatura della fronte, la curva del collo o la forma delle orecchie. Le parti belle sulle quali concentrarsi sono davvero tante e basterebbe guardarsi con la voglia di cercarle per trovarne ben più di una. A quel punto, anche i difetti sembreranno di meno.

Prendersi cura di pregi e difetti. Una volta individuati punti di forza e deboli è importante trovare un equilibrio tra le due parti. Per farlo occorre prima di tutto volersi bene, accettarsi per quel che si è e ricordarsi che tutti hanno dei difetti. A questo punto si può iniziare a prendersi cura di se, valorizzando i punti di forza e prendendosi cura di quelli deboli. Nessuno ci impone infatti di tenere ciò che non piace. Se si hanno dei chili di troppo si può iniziare a cambiare modo di alimentarsi. Se si pensa di avere dei difetti come un naso ingombrante o degli occhi piccoli, si possono armonizzare con il trucco e a volte persino con il giusto taglio di capelli. Per tutto c’è una soluzione. Purché non ci si vergogni mai di quello che si è e si punti si a migliorarsi ma mai a nascondersi.

Fai evolvere la tua immagine ideale. Spesso non ci si piace perché si ha un’ideale di bellezza del tutto diverso. Magari si è lisce e bionde e si sogna di essere ricce e scure, oppure si desidera essere altissime quando si è di bassa statura o viceversa. La verità è che ognuna di noi è perfetta nel suo modo di essere e che basterebbe imparare ad accettarsi per ciò che si è per scoprire quanto si è belle. Si tratta di modificare il proprio modo di pensare, motivo per cui ci potrebbe volere del tempo per riuscirci. Pian piano, però, si scoprirà che il rapporto con lo specchio si fa sempre meno traumatico e che quello con se stessi va migliorando. Spesso è solo questione di avere pazienza.

Non paragonarti agli altri. Ognuno di noi è speciale perché diverso. Confrontarsi con gli altri o, ancor peggio, cercare di assomigliargli, significa snaturarsi. Per questo motivo è sempre bene tenere a mente il proprio personale obiettivo di imparare ad accettarsi per quel che si è e di farlo senza ascoltare i giudizi o le critiche altrui. In questo modo si riuscirà a cogliere il vero potenziale di bellezza (non solo fisica) che si cela in ognuna di noi. E ciò aiuterà a volersi più bene e a piacersi di più.

Sorriditi. Se vuoi che lo specchio ti sia amico, sorridigli. E già che ci sei, ditti qualcosa di bello. Fatti i complimenti per il nuovo taglio di capelli, per come ti sta un rossetto e dirti che ti vuoi bene. Ciò aiuterà a far crescere la tua autostima che è più legata di quanto pensi al rapporto che hai con te stessa e con la tua immagine. Un rapporto che è giunto il momento di rendere migliore. Perché tu sei la persona con la quale vivrai per il resto della tua vita. Ed è giusto che verso di te ci siano amore, comprensione e stima.

specchiarsi
fonte foto: Istock photo

Seguire questi semplici step può essere più o meno semplice a seconda dei casi e rivelare molto di se. Qualora ci si dovesse accorgere di non riuscire a progredire, potrebbe essere utile cercare l’aiuto di un professionista. Parlando con qualcuno di come ci si sente e vede può infatti dare degli imput nuovi dai quali partire e che con il tempo andranno a cambiare in positivo il rapporto con se stessi.

Un obiettivo per il quale vale la pena di impegnarsi a fondo. Perché non c’è niente di più piacevole e rasserenante del saper sorridere di cuore alla propria immagine allo specchio.

Da leggere