Alex Schwazer, accusa di doping: “E’ stato organizzato un complotto”

Alex Schwazer nel 2016 è stato accusato di doping. Oggi, a quattro anni e mezzo di distanza, il suo incubo è finito.

alex schwazer
Getty Images

Alex Schwazer è uno dei maratoneti più famosi degli ultimi tempi. Purtroppo però la sua carriera non è stata tutta rose e fiori. Nel 2016, infatti, l’atleta viene accusato di doping e la sua carriera subisce un immediato stop. Soltanto oggi, a distanza di 4 anni e mezzo, il suo incubo e giunto al termine in quanto il Tribunale di Bolzano lo ha prosciolto da ogni forma di accusa in quanto le provette consegnate sembrerebbero essere state manovrate per incastrarlo.

Un periodo difficile che lo ha allontanato da quello per cui ha lottato nella sua vita: lo sport. Alex oggi è pronto a ricominciare e spera di poter tornare presto a fare quello che più ama, anche se non mancano i problemi burocratici. In quanto la squalifica che gli è stata imposta dovrebbe durare fino al 2024, ma lui spera che il tutto possa risolversi quanto prima visto che è risultato essere innocente e di poter tornare a gareggiare e perché no, alle Olimpiadi di Tokyo.

Intervistato ai microfoni di Silvia Toffanin a Verissimo, Alex Schwazer dopo l’accusa di doping ha raccontato le difficoltà provate in questi anni e la sua voglia di rivalsa.

Alex Schwazer prosciolto dalle accuse di doping: “Ora sogno le Olimpiadi”

alex schwazer
foto da instagram

A Verissimo, Alex Schwazer ha confermato che il giudice ha dichiarato che le provette consegnate negli anni passati hanno subito delle alterazioni ed ora la giustizia proseguirà per il suo cammino provando a capire cos’è realmente successo quando lo sportivo è stato accusato di doping. Ma chi potrebbe essere stato?

Alex, ai microfoni di Silvia Toffanin, ha dichiarato di avere qualche idea di chi possa essere stato, ma di non avere alcuna prova a riguardo. Altrimenti avrebbe già consegnato il tutto alle sedi opportune per fare giustizia. Visto che quest’accusa gli ha impedito di proseguire con la sua carriera e di vivere un vero e proprio incubo per quasi 5 anni: “C’è stato un complotto nei miei confronti” ha dichiarato senza indugio a Verissimo. Dichiarazione che Schwazer può dire a voce alta, visto che è stato provato che le provette sono state contraffatte.

Questo periodo, Alex non fa alcuna fatica a nasconderlo, non è stato affatto facile ed ha avuto i suoi alti e suoi bassi. Nonostante tutto però, in quanto non sono mancate le sofferenze e il dolore dentro di lui, ci tiene a chiarire che in questi anni non ha mai avuto alcun crollo psicologico . In quanto ha sempre saputo di essere innocente e in cuor suo non è mai morta la speranza di poter fare giustizia non solo sul suo percorso sportivo ma anche sulla sua persona ingiustamente messa in discussione.

Alex Schwazer dopo le accuse di doping ha però le idee chiare: vuole riprendere il suo cammino nel mondo dello sport, sognando di poter approdare alle Olimpiadi di Tokyo. Anche se come anticipato ci sono non poche difficoltà a causa di alcuni problemi burocratici. Considerato che la squalifica che ha subito la sua persona gli impedisce di poter gareggiare fino al 2024, ma nonostante tutto ha garantito ai microfoni di Silvia Toffanin che farà tutto ciò che è in suo potere per potere abbattere questo muro. Anche se qualcuno sembra ancora dubitare della sua innocenza a livello sportivo, ma lui è pronto a dimostrare l’esatto contrario a chiunque non crede alla sua versione dei fatti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Verissimo (@verissimotv)

Alex Schwzer è stato accusato di doping, ma ora la verità, seppur a distanza di quasi 5 anni da quel momento, sembra finalmente venire a galla e chissà che non riesca a realizzare il suo sogno di tornare a fare sport in occasione delle Olimpiadi di Tokyo.

Da leggere