Quali sono i segnali di una relazione tossica? Cinque atteggiamenti da non sottovalutare

Quali sono i segnali di una relazione tossica? Scopriamo insieme che cos’è il trauma bond e perché influisce sulla coppia.

segnali relazione tossica
(fonte: CheDonna)

Quante volte, parlando magari con una tua amica, ti è capitato di individuare dei comportamentisbagliati” da parte del suo fidanzato?

Spesso, infatti, quando guardiamodall’esterno” le relazioni degli altri, ci saltano immediatamente all’occhio atteggiamenti e situazioni che ci fanno storcere il naso.

Cosa fare, però, quando hai la sensazione che sia la tua relazione ad essere tossica ma non sai come individuarla?
Ecco cinque segnali che potresti avere un rapporto fondato sul trauma bonding.

Segnali relazione tossica: cinque indizi da non sottovalutare

relazione tossica
(fonte: Canva)

In inglese si chiama trauma bonding e, in italiano, potremmo tradurlo come “legame traumatico”.
Per quanto il concetto ci sembri assurdo, sembra proprio che sia possibile “legare” con qualcuno grazie ad un’esperienza traumatica.

Il legame traumatico non deve per forza essere con un fidanzato: puoi instaurarlo con un amico, un collega di lavoro, un parente o, addirittura, con te stesso.
Ti abbiamo spiegato qui come fare a riconoscere l’insicurezza tossica (tua e degli altri) ma come fare a scoprire se la tua relazione è a rischio?

Dopotutto, infatti, un rapporto sentimentale è formato da due persone che “lavorano” insieme.
Riconoscere che uno dei due (od entrambi) stanno “remando contro” il benessere della relazione stessa e dei suoi individui è decisamente difficile.
Insomma, non ti aspetteresti mai che sia il tuo partner a cercare di sabotare la tua relazione!
(Qui, in ogni caso, trovi quattro segnali per riconoscere se sei tu a sabotare la tua relazione).

Il trauma bonding, invece, è un legame veramente forte e difficile da spezzare.
Immagina che alla base del vostro rapporto non ci sia amore e rispetto ma dei veri e propri “ricatti emotivi”.
Il partner ti “costringe” a rimanere perché, altrimenti, potrebbe succedere qualcosa di veramente grave: ma tu, nel frattempo, in questa relazione sparisci!
I tuoi bisogno diventano inutili, le occasioni per essere te stesso svaniscono e ti senti sempre più svuotato di energie, sia fisicamente che emotivamente.

Se hai paura che stia succedendo anche a te di avere una relazione tossica ecco quali sono cinque segnali (che non sono di certo gli unici) che rivelano come la tua relazione sentimentale sia fondata sul trauma.

  • (segretamente) tutto questo dramma ti piace: non puoi fare a meno delle litigate furiose e delle riconciliazioni?
    Allora il tuo legame potrebbe essere fondato sul trauma bonding.
    Anche se non lo ammetteresti mai, c’è qualcosa che ti stuzzica nell’idea di mandarvi messaggi fino alle 4 del mattino e nel minacciare di lasciarvi ogni secondo.
    La fase dei litigi e delle incomprensioni la passano tutti: se diventa la norma, però, c’è qualcosa che non va.
  • hai paura di fare qualcosa che li faccia arrabbiare: no, non parliamo di gesti assurdi ma di semplici piccoli passi della tua vita quotidiana.
    Far valere i tuoi diritti oppure entra su WhatsApp dopo che hai dato loro la buonanotte sono due esempi agli estremi ma ci sono mille altre piccole situazioni che hai paura li “scatenino“.
    Vicino al tuo partner hai sempre l’impressione di dover camminare in punta di piedi, onde evitare di farli arrabbiare.
  • pensi di non poterli lasciare: più di una volta ti sei ritrovato a pensare che vorresti lasciare il tuo partner.
    Poi, però, ti fermi: hai paura che, se ti dovessi allontanare, potrebbe finire per fare qualcosa di grave.
    Anche se ti sei caricato dei problemi e delle situazioni critiche del partner, ricordati che di mestiere non fai l’infermiere (e se lo fai, hai già tanti pazienti di cui occuparti!).
    Scherzi a parte, uno dei segnali più gravi che la vostra relazione si basa solo sul trauma è l’idea che, senza di te, il partner andrebbe in pezzi.
    Nessuno vorrebbe una relazione fondata su questo tipo di ricatto!
  • minimizzi i suoi atteggiamenti quando parli con gli altri: all’inizio raccontavi tutto quello che ti succedeva ma, adesso, hai deciso di smetterla.
    Evitare di prendere in giro o sminuire il partner è fondamentale per avere una relazione sana (qui ti abbiamo spiegato perché) ma la situazione diventa differente quando non ne parli per paura che gli altri si preoccupino!
    Ti immagini che nessuno possa capire le motivazioni per le quali il partner ti tratta tanto male: in realtà, però, sopportare un trattamento così duro non
  • un messaggio carino ti basta: e se non è un messaggio basta che sia un abbraccio, una carezza oppure uno “scusa” una volta ogni tanto.
    Non stiamo cercando di demonizzare i gesti carini ma cercare di farti capire la differenza tra una persona “burbera” ed un partner di supporto.
    Non dovresti accontentarti delle briciole ma trovarti in una relazione dove i tuoi bisogni sono ascoltati e la tua persona celebrata.
    Pochi gesti carini, che ti fanno letteralmente impazzire di gioia, possono essere il sintomo che, nell’arco della vostra relazione, non ce ne siano abbastanza.

segnali relazione tossica
(fonte: Canva)

Ovviamente cercare di analizzare la tua relazione solo tramite questi cinque segnali può diventare controproducente.
Non possiamo dirti specificatamente cosa c’è che non va parlando solo in modo generico!

Ogni coppia è unica e particolare ed ha “regolepersonali: non vogliamo di certo dare giudizi sulla tua!

Ricorda, però, che una relazione nella quale hai paura di parlare, di essere te stessa ed anche paura di andartene non è una relazione sana.
Il vero amore si basa sul rispetto non sul ricatto!

Da leggere