Morte David Rossi. La figlia è felice per la commissione d’inchiesta

Morte David Rossi. Ci sarà una commissione parlamentare d’inchiesta. Carolina Orlandi, figlia dell’ex capo della comunicazione del Monte dei Paschi di Siena, è felice per la notizia

Mps
(Getty Images)

Ci sono fatti di cronaca che rimangono scolpiti per sempre nella memoria collettiva. Si pensi alla scomparsa di Roberta Ragusa o alla strage di Erba. Queste sono soltanto due delle vicende che hanno sconvolto l’opinione pubblica negli ultimi anni.

Ma c’è un altro fatto di cronaca per il quale c’è uno sviluppo importante. Parliamo della morte di David Rossi, all’epoca capo della comunicazione del Monte dei Paschi di Siena. L’uomo venne trovato cadavere sulla strada su cui si affacciava il suo ufficio, a Rocca Salimbeni, storica sede dell’istituto di credito senese, la sera del 6 marzo 2013.

Il 19 febbraio dello stesso anno, la Guardia di Finanza aveva perquisito l’ufficio e l’abitazione di Rossi, in esecuzione ad un ordine della Procura di Siena. Stesso discorso per gli uffici e le case dell’ex direttore generale di Banca Mps, Giuseppe Mussari e di Antonio Vigni, nell’ambito di un’indagine sull’acquisizione della Banca Antonveneta.

Per gli inquirenti David Rossi precipitò dalla finestra del suo ufficio. Morì poco dopo. Il caso fu archiviato dalla procura come suicidio. La famiglia, però, non ha mai creduto a ciò. Negli anni ha dato battaglia. Nel 2020 la Procura di Genova ha aperto un’inchiesta sui magistrati che all’epoca si erano occupati del caso, allo scopo di accertarne il corretto adempimento delle attività. Un’indagine poi archiviata dal gip Franca Bolzone.

A distanza di anni c’è un nuovo sviluppo. Il caso approda in Parlamento. Di seguito tutti i dettagli.

Morte David Rossi. Ok alla commissione d’inchiesta

Mps
(Facebook @ilcasodavidrossi)

Il caso della morte David Rossi arriva in Parlamento. Sarà istituita una commissione d’inchiesta. Una notizia accolta con soddisfazione dalla famiglia del manager, che non ha mai creduto alla pista del suicidio.

E’ una bella notizia. Non mi illudo, ma è una bella notizia. La cosa più importante da dire è che, oltre al fatto che ripartono le indagini, è che se il Parlamento ha ritenuto di intervenire è evidente che non è stato fatto tutto quello che c’era da fare”. Così ha commentato con Adnkronos Carolina Orlandi, figlia di Antonella Tognazzi, moglie di Rossi.

Carolina guarda con fiducia alla commissione parlamentare d’inchiesta. “Adesso le mancanze e gli errori sono stati riconosciuti – ha detto – perché altrimenti non sarebbe intervenuta la Commissione. Non sono più le illazioni della famiglia, ma un fatto“.

Parlamento
(Getty Images)

La Camera ha dato ufficialmente il via libera per l’istituzione della commissione. “Spero veramente che venga fatto un lavoro scrupoloso. Bisognerà vedere – ha concluso Carolina – come indagheranno, come si muoveranno e come lavoreranno”.