Sei a dieta? Evita questo alimento che hai in frigorifero

donna davanti al frigo
fonte foto: Adobe Stock

Quando si è a dieta ci sono alimenti che andrebbero decisamente evitati. Uno tra questi si trova quasi sicuramente nel tuo frigorifero. Scopri qual è e perché non dovresti usarlo.

donna davanti al frigo
fonte foto: Adobe Stock

Iniziare una dieta implica sicuramente tutta una serie di rinunce che vanno fatte al fine di perdere i chili di troppo e di recuperare forma fisica e benessere. Per fortuna, oggi, sempre più studi dimostrano che per dimagrire non occorre affamarsi ma imparare semplicemente ad alimentarsi in modo equilibrato. Cosa che una volta raggiunto l’obiettivo consentirà anche di mantenerlo.

Tuttavia ci sono alimenti che risultano essere dannosi sia per il fisico che per la salute. E per questo motivo non rientrano propriamente nella così detta alimentazione sana e bilanciata. Uno tra i tanti si trova in quasi tutti i frigoriferi ed è un condimento molto amato ed usato, ovvero la maionese.

Maionese: perché non andrebbe consumata quando si è a dieta

maionese a mano
Foto: fonte da iStock

Sono ancora poche le persone che quando fanno la spesa si soffermano a leggere ingredienti e tabelle nutrizionali. Eppure, farlo, basterebbe ad eliminare dal carrello tanti cibi potenzialmente dannosi. Tra questi c’è sicuramente la maionese.

Basta infatti leggere la tabella nutrizionale per accorgersi che per 100 grammi contiene circa 700 calorie. Un dato che si potrebbe sottovalutare pensando che essendo un condimento se ne usa poco. Ma avete mai provato a pesarla? La maionese ha un peso specifico maggiore di quanto si pensi ed è così golosa che restare nelle proporzioni giuste è davvero difficile. Inoltre alle tantissime calorie si sommano ben oltre 70 grammi di grassi e almeno la metà di colesterolo. Insomma, consumarla rischia di vanificare ogni dieta, senza contare che, tra le altre cose non sazia ma può far venire voglia di mangiarne ancora.

Come fare, allora? Ovviamente, nessuno dice che la maionese sia del tutto da bandire. Di sicuro, però, andrebbe evitata quando si è a dieta e usata in modo diverso una volta ripresa un’alimentazione normale.
Una buona abitudine, per esempio, potrebbe essere quella di realizzarla a casa. In questo modo si andrebbero ad usare ingredienti sani, evitando i tanti addensanti e gli oli poco idonei presenti in quelle industriali.

Esistono poi maionese leggere che si possono realizzare in pochissimo tempo.
Un esempio è la maionese leggera con olio di riso alla quale unire ingredienti sani come uova biologiche, aceto di riso, sale e limone. E tutto per dar vita ad una maionese sana, golosa e al contempo leggera. Ottima da aggiungere alle insalate o alle preparazioni che più si amano.

Volendo l’uovo si può anche sostituire con la soia, andando così incontro alle esigenze dei vegani e di chi ha il colesterolo troppo alto. Come sempre, insomma, basta un po’ di fantasia per trovare alternative sane ma comunque ricche di gusto ed in grado di esaltare i nostri piatti senza lasciarci alcun senso di colpa dopo averle mangiate.

E se si è fuori? Ad oggi esistono tante altre preparazioni che si possono sostituire alla maionese. Un esempio sono le salse di yogurt o il comune olio extra vergine d’oliva, sempre più rivalutato. Se proprio non se ne può fare a meno, però, si può sempre optare per una piccola quantità da gustare senza troppi rimorsi. Sopratutto perché una volta provata quella fatta in casa, la maionese a cui si era abituati non avrà più lo stesso sapore. Provare per credere.