Panini al latte sofficissimi: scopri i trucchi per un risultato infallibile

I panini al latte sono una gustosa merenda, ottimi sia farciti con ingredienti dolci che salati: ecco i trucchi per un risultato infallibile.

panini al latte
Foto Adobe Stock

Se stai cercando un’idea per una merenda sana e buona per i tuoi bambini ma non solo, ecco la ricetta dei panini al latte.

Ideali per essere farciti sia con ingredienti dolci che salati questi panini sono ottimi da consumare per colazione o per merenda e adatti da servire anche per un buffet di compleanno.

Soffici e morbidi i panini al latte piaceranno proprio a tutti: scopriamo allora tutti i trucchi per un risultato infallibile. 

Ecco la ricette dei panini al latte con i trucchi per renderli sofficissimi

panini latte trucchi
Adobe Stock

Farciti con burro e marmellata o con la nutella, ma anche con il prosciutto cotto e formaggio, mozzarella e pomodoro, salame e chi più ne ha più ne metta.

Dopo avervi deliziato anche con la ricetta dei panini di Heidi e con quella delle pizzette soffici come quelle del bar ecco che arrivano i panini al latte.

Squisiti per qualsiasi occasione, ma qual è il segreto per farli sofficissimi? Sicuramente uno dei passaggi fondamentali è la lunga lievitazione in frigorifero. In questo modo oltre che belli morbidi si potranno conservare anche per qualche giorno. Inoltre, non dimentichiamo che un altro step essenziale è impastarli parecchio.   

Già con queste due dritte siamo a metà dell’opera. Altrimenti se proprio non avete tempo di attendere una lunga lievitazione, perché avete deciso di prepararli all’ultimo minuto, dovrete utilizzare più lievito di birra. Almeno un cubetto per 500 grammi di farina.

Iniziate allora il giorno prima in maniera da sfruttare una lunga lievitazione e ora non resta che scoprire ingredienti e procedimento per realizzarli.

Ingredienti

  • 500 g farina 0 o Manitoba
  • 250 g latte
  • 50 g burro
  • 50 g acqua
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 8 g lievito di birra fresco (1 cubetto ovvero 25 g per lievitazione breve)

Per guarnire

  • 1 tuorlo
  • 1 cucchiaio di latte

Preparazione

Facciamo sciogliere il lievito di birra in acqua tiepida con lo zucchero e lasciamolo riposare per qualche minuto in maniera da farlo attivare.

Quindi nella planetaria, o se impastiamo a mano, in una ciotola versiamo il latte e il sale e uniamo pian piano la farina mescolando. Uniamo ora il lievito che nel frattempo si sarà attivato. Intanto iniziamo ad aggiungere anche il burro un po’ alla volta, in maniera che si amalgami nell’impasto.

Una volta che abbiamo messo tutto il burro dovremo lavorare ancora l’impasto con pazienza in modo da ottenere un panetto liscio ed elastico e che non si appiccichi alle mani.

Lasciamo lievitare per circa un’ora coperto e lontano da correnti d’aria, l’ideale è dentro al forno.

Trascorso il tempo dovremo stendere l’impasto con l’aiuto di un matterello e ricaviamo dei quadrati che poi arrotoleremo per formare dei piccoli filoncini. All’incirca ne verranno 14-15. Poi dipende da quanto li fate grandi.

A questo punto se abbiamo tempo e optiamo per la lievitazione lunga stendiamoli in una teglia e con un pennello da cucina spennelliamoli leggermente con l’acqua sulla superficie. Quindi copriamoli con un canovaccio o con la pellicola e mettiamoli in frigorifero a lievitare per tutta la notte. 

Se invece siete di fretta e avete scelto l’opzione veloce fateli lievitare per 2-3 ore o comunque finché non abbiano raddoppiato di volume.

A questo punto non resta che spennellarli con l’uovo e il latte in superficie e infornarli. Se avete scelto l’opzione lunga attendete almeno un paio d’ore prima di spennellarli e di metterli in forno una volta tolti dal frigo.

E ora non resta che cuocerli in forno statico a 200°C per circa 10-15 minuti. 

panini latte trucchi
Foto da Canva

Quando li sfornate potrete servirli subito caldi e saranno squisiti. Altrimenti avvolgeteli in un canovaccio pulito in modo da mantenerli belli soffici. Una volta freddi chiudeteli in un contenitore ermetico in maniera che restino morbidi per almeno un paio di giorni.

Da leggere