Trucchi per preparare torte salate perfette: dalla Quiche Lorraine a quelle di verdure

Se ti piacciono le torte salate ecco alcuni trucchi utili per renderle perfette: dalla francese Quiche Lorraine a quelle classiche di verdure. 

torte salate
Foto da Canva

Dalla francese Quiche Lorraine alle versioni più classiche di verdure o salumi, a chi non piacciono le torte salate?

Un gustoso salvacena da preparare in poco tempo ma anche un ottimo svuotafrigo visto che possiamo riempirle con gli ingredienti che più ci piacciono, naturalmente basterà affidarsi al gusto personale e un minimo filo logico.

Alle volte però possiamo incappare in alcuni banali errori quando le prepariamo: scopriamo i trucchi per realizzare torte salate al meglio.

Ecco i trucchi per preparare torte salate perfette

torte salate errori
Foto da Canva

Le torte salate sono una di quelle alternative veloci per preparare una cena sfiziosa e diversa dal solito. Non solo, sono ottime anche come deliziosi finger food da gustare per un aperitivo.

Difficile che non piaccia una torta salata, anche perché possiamo davvero riempirla con ciò che più ci piace. Non solo, è perfetta quando dobbiamo terminare gli avanzi in frigo che non sapremmo altrimenti davvero come riutilizzare.

Non sempre però la torta salata viene buona come vorremmo: scopriamo allora i trucchi per realizzarla al meglio.

1) La pasta sfoglia o brisè? Premesso che la brisè è più compatta e rischia di assorbire meno liquidi rispetto alla pasta sfoglia è anche molto più semplice da preparare in casa. A meno che non decidiate di utilizzare il rotolo già pronto che si acquista al supermercato. Se avete intenzione di fare la Quiche Lorraine dovrete usare la brisè come prevede la ricetta originale ma anche se pensate di prepararne una con le verdure sicuramene è meglio quest’ultima rispetto alla sfoglia che tenderà a rompersi rendendo difficile poi il taglio.

2) Pasta fredda. La pasta brisè deve essere rigorosamente fredda quando la andrete ad infornare questo infatti permetterà di gustarla poi più friabile sotto ai denti.

3) Asciugare le verdure. Un passaggio fondamentale che se non facciamo rischia di compromettere la nostra torta salata è quella di asciugare le verdure. Se abbiamo decisa di prepararla con gli spinaci o erbette varie non dimentichiamo di strizzarle bene una volta che le avremo lessate. Altrimenti tutta l’acqua contenuta nelle verdure farà ammosciare la nostra torta salata. Stesso discorso vale anche per le verdure crude, se sono acquose lasciamole sgocciolare finché non hanno perso l’acqua di vegetazione.

4) Non mischiare troppi ingredienti. Anche se abbiamo premesso che le torte salate sono ottimi svuotafrigo non dobbiamo esagerare con i mix. Infatti, è sempre bene seguire un filo logico quando mettiamo insieme gli ingredienti. Aggiungere il salame insieme al salmone solo perché sono degli avanzi non è la mossa giusta per una ricetta perfetta.

5) Formaggi: come e quando metterli? Se vogliamo consumare la torta salata fredda andranno benissimo la ricotta o i formaggi spalmabili come il Philadelphia, ma se ci piace calda usiamo formaggi filanti, come la mozzarella, o quelli a pasta filata.

6) Affettati: come e quando metterli? Anche per gli affettati la domanda è: quando è meglio metterli nella torta? Nella Quiche Lorraine la pancetta si mette sotto allo strato di uova e panna, ma se facciamo una torta con i salumi, visto che tendono a seccarsi in forno, possiamo aggiungerli anche alla fine quando sforniamo la torta fumante, in questo modo i grassi dei salumi si fonderanno ugualmente senza però seccarsi e indurirsi.

7) Panna sì o no? Nella Quiche Lorraine ci vuole, nelle altre la risposta è ni. Ovvero dipende dai vostri gusti. Ovvio che se volete ingentilire il sapore delle uova la panna potrà darvi una mano. Altrimenti al suo posto possiamo provare con lo yogurt o con la besciamella, ma se il problema sono le calorie non è la giusta soluzione, a meno che non la prepariate senza burro. 

8) Precuocere la pasta alla cieca. Se la ricetta lo richiede possiamo precuocere la torta con dei legumi secchi sopra, così da evitare che si gonfi.

9) Forno statico. Infine, la temperatura del forno non dovrà essere eccessiva altrimenti rischiamo di bruciare la nostra torta salata, andrà bene intorno ai 180°C e il forno meglio in modalità statica, poi, a scanso di equivoci, seguite la ricetta che avete.

antipasto riso e zucchine

 

E ora non ci resta che lasciar spazio alla fantasia e provare a realizzare la nostra torta salata preferita: qui trovi la ricetta del rotolo radicchio, formaggio e pinoli.