Covid, Teresa Bellanova invita a tenere duro ed elogia Mattarella

Covid, un anno di pandemia tra divieti e preoccupazioni per il futuro. Teresa Bellanova invita tutti a resistere. Apprezzamento per il Capo dello Stato, che ha ricevuto la prima dose del vaccino

Teresa Bellanova
(Facebook https://www.facebook.com/teresabellanovaufficiale)

Covid, un anno di pandemia. Era il 9 marzo 2020 quando l’Italia entrava, per la prima volta, in lockdown. Una scelta sofferta ma necessaria, per il governo Conte, per mettere in sicurezza la nazione dalla minaccia di un nemico invisibile.

Da allora, nulla è stato più come prima. I ritmi di vita sono cambiati. I rapporti umani sono quasi azzerati. Si passa quasi tutta la giornata in casa, incollati alla tv, in attesa dell’ultimo bollettino che faccia il punto sull’emergenza sanitaria.

Escludendo una breve parentesi di ‘semi-libertà’, vissuta l’estate scorsa, gli italiani fanno i conti con divieti e restrizioni ormai da tanto tempo. E’ questa la ‘nuova normalità’ per limitare la diffusione dei contagi. E sarà così almeno fino a Pasqua, in base all’ultimo dpcm Draghi.

Il Covid ha stravolto anche il mondo del lavoro. ll Paese vive la più grave crisi economica dal secondo dopoguerra. E’ allarme per l’occupazione femminile. A dicembre 2020 si sono persi 301mila posti di lavoro, di cui 99mila erano di donne. Teresa Bellanova ha chiesto “un nuovo welfare per le donne” affinché non si debba mai più scegliere tra carriera e famiglia.

Farmaindustria ha lanciato l’allarme per il tasso di denatalità. Nel 2020 sono nati meno di 400mila bambini. E’ il dato più basso mai raggiunto negli oltre 150 anni di unità nazionale.

Sono tempi duri. La stanchezza si fa sentire. In gioco c’è la tenuta psicologica degli italiani. Lo sa bene anche Teresa Bellanova, che esorta tutti a resistere ancora.

Covid, Bellanova: “Il vaccino è la nostra arma migliore”

Teresa Bellanova
(Getty Images)

L’Italia ha sfondato la soglia dei 100mila decessi per Covid. “E’ un numero che scuote dal profondo l’animo” – ha commentato Teresa Bellanova. Gli anziani, soprattutto gli over 80, hanno pagato un prezzo altissimo in termini di vite. Sono loro una delle categorie più fragili da mettere in sicurezza.

La campagna vaccinale va avanti, con alcune difficoltà. Pesano i ritardi accumulati mesi addietro. Il governo Draghi sta ultimando il nuovo piano vaccinale, che punta ad incrementare il numero giornaliero delle somministrazioni. La Toscana, si sta muovendo per un suo piano vaccinale, che prevede inoculazioni a ritmo continuo, dall’alba alla notte.

Per gli esperti, i vaccini porteranno l’Italia fuori dal tunnel. “Il vaccino è la nostra arma migliore per vincere questa battaglia” – ha detto Teresa Bellanova. Le restrizioni, comunque, ci accompagneranno ancora per un po’, almeno fino a quando non sarà stata vaccinata una buona fetta della popolazione. Il nuovo piano vaccinale punta a 60 milioni di dosi somministrate entro giugno 2021.

Dobbiamo continuare con impegno nella lotta contro il virus, per limitare il più possibile il contagio e sostenere chi, a causa della crisi pandemia, affronta le maggiori difficoltà. Un pensiero commosso per tutte le vittime e per i loro cari”. Questa è l’esortazione della sottosegretaria ai trasporti Bellanova.

Sergio Mattarella
(Facebook https://www.facebook.com/teresabellanovaufficiale)

Anche il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha ricevuto la prima dose del vaccino anti-Covid. “Vederlo seduto in attesa circondato dalle cittadine e dai cittadini – ha detto Bellanova – è una splendida immagine di sobrietà e un importante messaggio di speranza e fiducia per tutti gli italiani”

 

 

 

Da leggere