Come leggere un libro a un bambino da 0 a 36 mesi: consigli utili

Sin da piccoli è importante stimolare i bimbi attraverso la lettura: ecco alcuni consigli utili per leggere un libro a un bambino da 0 a 36 mesi.

libri bambini
Foto Canva

Spesso sentiamo dire dagli esperti che è importante stimolare i bambini anche attraverso la lettura dei libri sin dalla più tenera età.

Non è mai troppo presto per iniziare a leggere insieme ai nostri bimbi, infatti, sin da quando sono in fasce possiamo leggere loro delle piccole favolette, filastrocche o storie, questo creerà i presupposti per sviluppare anche il linguaggio.

E se tanti genitori possono sentirsi scoraggiati nel farlo ecco alcuni consigli utili per leggere i libri anche ai bambini più piccoli nella fascia d’età tra 0 e 36 mesi.

Ecco i consigli per leggere un libro a un bambino tra 0 e 36 mesi

bambini libri
Foto da Canva

Leggere i libri ai bambini sin da quando sono molto piccoli è importante sia per lo sviluppo del linguaggio ma anche per stimolare la loro fantasia.

E se già vi avevamo fornito alcune dritte per far avvicinare i bambini alla lettura ora vogliamo darvi qualche consiglio per leggere un libro a un bambino tra 0 e 36 mesi grazie ai consigli di Flavia, dottoressa in psicologia dello sviluppo e fondatrice di “Educhiamali”.

L’esperta sostiene che “anche se ci sembra che i bambini non ci stiano seguendo questo non deve scoraggiarci dal leggere comunque loro dei libri”. Ma è molto meglio dedicarsi, anche solo per un po’, alla lettura di un libro piuttosto che lasciarli da soli davanti a tv o tablet,  qui puoi trovare i cartoni animati più educativi.

Vediamo allora alcuni consigli utili.

1) Prima di iniziare a leggere stabiliamo un rito. I bambini si sa, sono abitudinari, crescono serenamente quando offriamo loro delle routine, qui avevamo spiegato perché sono importanti per i bambini. Quindi precediamo la lettura del libro con un rito e suddividiamolo in 3 momenti: l’apertura, ovvero quando dobbiamo far capire al piccolo cosa sta per succedere, l’attività, ovvero il momento in cui si svolge l’attività, e la chiusura, un rito che sancisca la fine dell’attività, ovvero quando si rimette in ordine.

2) Scegliamo libri adatti alla loro età. Se i bimbi sono piccoli dovremo proporre loro libri con molte figure e poco testo in questo modo saranno attratti. Inoltre, quando decidiamo di leggere facciamo scegliere il libro direttamente al bambino in modo che poi ascolti con più piacere. Può essere utile creare in casa un angolo dedicato alla lettura. Mettiamo i libri in modo che possano prenderli da soli e consultarli. Qui puoi trovare alcune dritte per predisporre la camera dei bambini e fare in modo che la riordinino da soli.

3) Scegliere un momento tranquillo e stare seduti. Quando proponiamo ai bambini un’attività come la lettura non ci dovranno essere distrazioni come la tv accesa, ed è preferibile stare seduti in modo che possiamo concentrarci sulle immagini. Non disperiamo se i bambini poco dopo perderanno la concentrazione, è normale, a quest’età non dura più di tanto, per quanto noi ci possiamo impegnare. A mano a mano però aumenterà sempre di più.

4) Facciamo toccare il libro al bambino. Dopo aver letto il libro lasciamoglielo toccare, sentire e prenderci confidenza. In questo modo si sentiranno parte attiva del processo e si appassioneranno ai libri come se fossero dei giocattoli.

5) Avere rispetto dei libri. Quando i piccoli guardano il libro inevitabilmente cercheranno di strapparlo e romperlo. Insegniamo loro invece ad averne rispetto e terminata la lettura rimettiamolo al suo posto.

(Fonte: www.educhiamali.com)

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti