Disturbi digestivi? Le abitudini sane da seguire per prevenirli

I disturbi digestivi si possono prevenire se si pone maggiore soprattutto quando si è a tavola. Scopriamo le abitudini sane da seguire per prevenirli.

Disturbi digestivi
Foto:Adobe Stock

Capita a tutti di andare incontro a problemi digestivi soprattutto quando si mangia troppo o poco salutare. I disturbi digestivi interessano diverse persone, non sono altro che fastidi che coinvolgono l’apparato digerente. Il fastidio è diverso da persona a persona e non solo anche l’intensità è molto variabile. Cerchiamo dio capire come rimediare magari adottando sane abitudini e da ridurre i disturbi digestivi.

Disturbi digestivi ? Abitudini sane da seguire

peso stomaco
Foto:Adobe Stock

I disturbi digestivi sono molto frequenti e possono interessare diverse persone di qualsiasi età. I motivi legati a tali fastidi possono essere situazioni transitorie come ansia, stress alimentazione sbagliata e sregolata. Se invece il problema persiste non vanno mai sottovalutati, è opportuno chiedere sempre un parere medico.

Ma noi vogliamo darvi qualche consiglio a riguardo sulle buone abitudini da adottare per prevenire i disturbi digestivi.

-Ricordarsi di bere. L’idratazione è importante e non va mai dimenticata, l’acqua è un alimento indispensabile nella nostra vita per mantenere il corretto funzionamento dell’apparato digerente e non solo. L’acqua facilita la scomposizione del cibo ingerito e l’assorbimento dei nutrienti, non solo ammorbidisce le feci e facilita l’evacuazione.

-Prediligere alimenti con fibre. Le fibre contenute negli alimenti migliorano la salute intestinale evitando anche i gonfiori, ma aumentano il volume delle feci, perciò sono utili in caso di stitichezza.

-Seguire un’alimentazione equilibrata. Si sa che l’alimentazione è importante, quindi bisogna prestare attenzione ai cibi da consumare regolarmente. Quindi via libera ad alimenti ricchi in vitamine, proteine, fibre e acqua. Evitate invece i prodotti lievitati, se consumati regolarmente possono aumentare il gas addominale e di conseguenza determinare i disturbi digestivi. Gli alimenti consigliati sono frutta e verdura di stagione, cereali integrali, yogurt e condimenti salutari come olio extra vergine di oliva.

-Godersi il pasto. Se si mangia velocemente si potrebbe favorire la formazione di gas che causa indigestione. Quindi quando iniziate a masticare fatelo per bene e lentamente così sminuzzerete bene il cibo facilitando il lavoro degli enzimi digestivi. Solo così non affaticherete lo stomaco. Scopri come rimediare in caso di gas addominale.

-Mangiare il giusto. Esagerare a tavola non è salutare, purtroppo ingerire troppo cibo potrebbe determinare una pesantezza e la digestione sarà più lenta. Il troppo cibo ingerito affaticherà lo stomaco perchè dovrà lavorare di più producendo più enzimi per scomporre il cibo. Purtroppo l’eccesso di cibo potrebbe far aumentare gli acidi nello stomaco che potrebbero provocare il reflusso gastroesofageo. Ma anche l’eccesso di cibo potrebbe produrre gas intestinali, che va ad accelera il metabolismo.

– Svolgere una regolare attività fisica. Non è necessario svolgere uno sport, ma anche una semplice passeggiata di 30 minuti va più che bene durante il giorno. Lo sport benefici tutto l’organismo e aiuta anche a mantenere sotto controllo il peso corporeo.

Inoltre ricordate di:

  • mangiare spesso durante l’arco della giornata così da mantenere attivo e il metabolismo e non arrivate affamati a pranzo
  • limitate le fritture e cibi troppo elaborati
  • evitare piatti troppo elaborati e calorici
  • non eccedere con i cibi piccanti
  • non esagerare con bibite gassate e alcoliche

Intolleranze alimentari: sintomi e alimentazione
Intolleranze alimentari: sintomi e alimentazione (Adobestock photo)

Questi sono consigli ma non dovete mai sottovalutare il parere medico se il problema è cronico e non transitorio.

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti