Ortografia: giochi e strategie corrette per insegnarla ai bambini

Per i bambini come per i più grandi, l’ortografia diventa uno dei punti deboli degli italiani. Ecco i trucchi per renderla più semplici

Ortografia bambini strumenti

Tra le bestie nere dei primi anni di scuola sicuramente troviamo l’ortografia, capace di mettere in difficoltà tutti. Ma proprio la grande difficoltà nell’apprendere questa serie di regole che non sono proprio semplici e immediate crea apprensione anche a chi queste regole le deve insegnarle e aiutarli ad acquisirle. Non solo le insegnanti ma anche i genitori che ogni giorno si devono confrontare con i bambini, le regole di italiano e come farle imparare.

L’ortografia è un’abilità che si deve man mano acquisire e memorizzare. Per questo proviamo a consigliare alcuni trucchi e giochi ci rendano la spesso “noiosa” ortografia più semplice e divertente.

I giochi e i trucchi che ci faranno piacere l’ortografia

 

Sono tanti i trucchi e i giochi che possiamo utilizzare perché queste difficili regole di scrittura diventino più semplici e soprattutto vengano acquisite in modo divertente dai più piccoli.
Il primo gioco semplice e divertente da fare è quello delle sillabe. Per farlo ci occorrono solo dei cartoncini sui quali scriveremo per ognuno delle sillabe. Poi ci sforzeremo di comporre delle parole e man mano che diventeremo più bravi creare una vera e propria storia

Può sembrare una cosa scontata, ma per imparare a scrivere bene una delle azioni fondamentali che dobbiamo fare è leggere. Un consiglio che viene dato da sempre nelle scuole ma che non passa mai di moda, perché solo osservando e vedendo le parole scritte possiamo interiorizzare le regole ortografiche.

Dopo un consiglio antico, eccone uno moderno, sfruttare la tecnologia. Sono infatti molte le app che troviamo sui dispositivi mobili. Aiutano a imparare l’ortografia partendo dalle parole pronunciate, oppure app che ci permettono di mettere alla prove nella scrittura super difficile.
Ultimo consiglio ma non per questo meno importante: scrivere, scrivere e scrivere. Divertirci a fare con i nostri figli a fare dettati, di parole, di frasi intere. Solo scrivendo e solo davanti ai propri sbagli possiamo infatti capire i nostri errori e interiorizzarli.