Colori delle regioni dal 21 Febbraio 2021: la mappa aggiornata

A seguito dei nuovi aggiornamenti in merito ai casi di Coronavirus la mappa dei colori delle regioni a partire dal 21 Febbraio 2021 verrà modificata.

 

I nuovi dati nelle mani del Ministero della Sanità italiana hanno imposto nuove modifiche alle misure di sicurezza applicate in ambito regionale nel nostro Paese.

L’indice Rt, cioè l’indice di contagio sta continuando a salire, e la media italiana è di nuovo pericolosamente prossima all’1. Per evitare che i contagi aumentino di nuovo in maniera incontrollata si procederà a cambiare nuovamente la colorazione delle regioni.

Regioni Gialle dal 21 Febbraio 2021

  • Piemonte
  • Val D’Aosta
  • Lombardia
  • Veneto
  • Friuli Venezia Giulia
  • Marche
  • Lazio
  • Basilicata
  • Puglia
  • Sicilia
  • Calabria
  • Sardegna

In queste regioni sarà possibile tenere aperte tutte le attività commerciali, comprese bar e ristoranti tutti i giorni, anche se le attività di ristorazione si interromperanno alle 18:00.

Sarà possibile muoversi al di fuori del proprio comune di residenza far visita ad amici e parenti, ma solo una volta al giorno per un massimo di 2 persone alla volta (non fanno innalzare la soglia di 2 persone i minori di 14 anni).

Rimane valido e attivo il coprifuoco, fissato come sempre alle 22:00

Regioni arancioni dal 21 Febbraio 2021

  • Abruzzo
  • Liguria
  • Toscana
  • Campania
  • Molise
  • Emilia Romagna
  • Umbria
  • Provincia autonoma di Trento

In questa zona è assolutamente vietato spostarsi verso altre regioni e uscire dal comune di residenza. All’interno dello stesso comune sarà possibile spostarsi una volta al giorno per recarsi in abitazioni di amici e parenti. Rimane valida la regola del tetto massimo di 2 persone per volta (a esclusione dei minori di anni i14, che non rientrano nel conto).

Chiudono tutte le attività del settore ristorazione ma rimangono aperte tutte le altre attività commerciali.

Potrebbe interessarti anche => I sintomi del Covid-19 si sviluppano in quest’ordine rispetto ad altri virus

Regioni rosse dal 21 Febbraio 2021

  • In Umbria: tutta la provincia di Perugia e il comune di San Venanzo
  • In Abruzzo: i comuni di Bolzano, Chieti e Pescara

In queste micro zone rosse sono vietati tutti gli spostamenti, anche all’interno del proprio comune, se non per stringenti ragioni di salute, lavoro o di necessità. In queste aree vigono praticamente tutte le regole del lockdown di Marzo 2020. 

Sono chiuse tutte le attività commerciali tranne quelle necessarie alla sopravvivenza della comunità, come farmacie e negozi di alimentari, che potranno rimanere aperti.

Le attività di ristorazione potranno mantenere attive la consegna a domicilio e l’asporto, che però potranno essere praticati entro e non oltre le 22:00. Anche in zona rossa ovviamente scatta il coprifuoco.

La mappa aggiornata dei colori delle regioni italiane

colori regini 21 febbraio 2021
(Autore: Olga Luce)