Come scegliere il bouquet da sposa: i cinque passi da seguire

La scelta del bouquet da sposa rientra da sempre tra le più difficili da fare. Scopriamo i 5 step da seguire per andare sul sicuro.

sposa con bouquet
fonte foto: Pixabay

Stai per sposarti, hai già scelto l’abito, la location perfetta, persino le partecipazioni ma fai ancora fatica a deciderti sul bouquet? Niente paura, si tratta di un problema piuttosto comune e, volendo, di facile gestione. Basta infatti analizzare la cosa dalle giuste angolazioni per eliminare la confusione ed iniziare a farsi delle idee ben precise, arrivando a trovare l’opzione più adatta. Scopriamo quindi quali sono le cose da considerare e i passi da compiere per non sbagliare.

Mini guida alla scelta del bouquet da sposa perfetto

Bouquet sposa Fonte: Istock-Photos

Il matrimonio è da sempre un sogno che si avvera ma che per farlo deve passare da tutta l’organizzazione. Un percorso che tende a stancare e stressare gli sposi oltre ogni immaginazione e che, tra le altre cose, va gestito nel modo corretto al fine di non compiere errori.
Se si pensa al bouquet, ad esempio, sono tante le spose che restano indecise fino alla fine. Dopotutto si tratta di un oggetto simbolico ma che sarà presente in ogni foto e che alla fine sarà lanciato per andare nelle mani di qualcuno che probabilmente lo coglierà come un buon auspicio. Le aspettative, insomma, sono davvero alte.

Niente paura, però, perché ci sono dei piccoli accorgimenti che se messi in atto aiutano a fare la propria scelta in modo semplice e piuttosto veloce. Ciò che conta è concentrarsi sul risultato, essere sincere con se stesse e scegliere solo qualcosa che convinca pienamente e che risuoni in qualche modo.

Basarsi sull’abito da sposa. Se l’abito è già stato scelto, ci si può considerare a metà strada. Il bouquet, infatti, dovrebbe rispecchiarne quanto meno la forma e i colori qualora ve ne siano a parte il bianco. Per abiti vaporosi, ad esempio è perfetto il così detto bouquet compatto. Tondo, ricco di piccoli fiori ma abbastanza piccolo da non diventare ingombrante.

Creare un contesto omogeneo. Al di là della forma, che può essere scelta anche in base al proprio gusto, ciò che conta è scegliere dei fiori che abbiano un senso con quelli presenti in Chiesa o in sala. Che si scelga di mantenere le stesse colorazioni o di puntare al contrasto, in foto il risultato sarà sicuramente migliore. Inoltre si potrà chiedere al fiorista di realizzare dei piccoli fiori a tema con il bouquet da far portare allo sposo o ai testimoni e alla mamma della sposa.

Seguire la stagionalità. Un buon modo per rendere più semplice la scelta può essere quello di optare per un bouquet realizzato con fiori stagionali. In questo modo, infatti, la scelta sarà minore e si potrà contare sulla freschezza e la reperibilità dei fiori che andranno a comporre il bouquet e che in questo modo testimonieranno il periodo dell’anno scelto per sposarsi.

Andare a gusto. I fiori sono un aspetto importante ed è giusto che la sposa ne scelga tra i suoi preferiti. Dopotutto dovrà portare il bouquet nei momenti più importanti e ciò sarà più semplice e sentito se ogni qual volta lo guarderà troverà i fiori che ama o i colori che più le piacciono.

Giocare con i colori. Infine, per le più indecise non è da sottovalutare la possibilità di scegliere più fiori in colori diversi al fine di ottenere un risultato allegro e vario. Cosa in cui ci si potrà fare aiutare dal fioraio al fine di ottenere un risultato finale che sia di tutto rispetto.

Riuscire a scegliere i fiori giusti per il proprio bouquet è sicuramente una delle tappe più importanti ed in grado di aiutare la sposa a sentirsi più pronta per il grande giorno. Farlo con un po’ d’anticipo, specie in caso di fiori più ricercati o di esigenze particolari, sarà lo step in più che farà la differenza.