SpeSpesa online: in Italia nasce CoopShop, la spesa che non pesa

Se l’innovazione ha raggiunto traguardi importanti durante l’anno Coronavirus, tra e-commerce e siti web in continua espansione, è evidente che la categoria imprenditoriale ha colto ispirazione nonostante le criticità. D’altronde è proprio nei momenti bui che nascono le migliori occasioni. Tra i tanti traguardi raggiunti negli ultimi mesi c’è anche la spesa online, chi lo avrebbe mai detto?

Ebbene sì, la spesa online nasce soprattutto dal periodo di lockdown e per far fronte ad eventi come la spesa alimentare, le grosse catene di supermercati hanno promosso ed occupato uno spazio nel mondo digitale. È il caso di Coop che con il suo servizio “CoopShop” – la spesa che non pesa – offre a tutti la possibilità di acquistare ogni prodotto direttamente da casa, sfogliando in tutta semplicità il catalogo. La modalità di consegna chiaramente varia da regione a regione, ma come funziona nello specifico questo servizio?

Per il momento solo la Liguria e il Piemonte possono usufruire della consegna a domicilio, mentre, per quanto concerne le altre regioni è possibile ritirare la spesa direttamente nei punti vendita Coop o nei tanti locker (punto di ritiro self-service) disponibili tutti i giorni 24 ore su 24. È certamente un’idea innovativa per diverse ragioni: sia per evitare affluenza all’interno dei supermercati, sia per i cittadini che hanno poco tempo, sia per coloro che sono impossibilitati per cause salutari e sia per le persone più anziane.

Come si accede alla piattaforma di CoopShop e quali prodotti si possono acquistare?

Innanzitutto è molto semplice da usare, è possibile accendere al sito in qualsiasi ora e da ogni dispositivo tecnologico (tablet, pc e smartphone). Grazie alle illustrazioni e alle diverse opzioni si può aggiungere al carrello ogni prodotto desiderato con un solo clic.

Per poter effettuare la propria spesa online, dunque, occorre registrarsi e creare un account personale sulla piattaforma e-commerce di CoopShop, in modo da poter avere un’area riservata e poter creare una lista di prodotti. Inoltre, l’account è fondamentale per l’acquisto e per la possibilità di poter beneficiare di offerte esclusive. A seguito della registrazione sarà poi possibile effettuare il primo login e salvare i dati di accesso sul proprio device.

La spesa che non pesa offre agli utenti un catalogo molto ricco, infatti ci sono circa 13 mila alimenti (anche freschi); si possono infatti acquistare cibi non confezionati – carne, pesce, formaggi e salumi – ma anche prodotti da forno e pasticceria. Tutti i prodotti sono suddivisi per categorie: dall’igiene personale ai prodotti per gli animali domestici. Basterà digitare il nome del prodotto, scegliere la quantità, cliccare sul simbolo del carrello virtuale e – una volta terminata la spesa online – occorrerà cliccare sulla dicitura “concludi ordine”. Et voilà, la spesa è fatta.

Modalità di pagamento

Il sistema online offre due varianti di pagamento:

carta di credito o carta prepagata. Le cerchie accettate sono: Visa, Mstercard, Maestro, Amex e Dinners. CoopShop, inoltre, per poter assicurare maggiore sicurezza ai clienti, introduce un pagamento online protetto dal protocollo SSL3. Effettuata la modalità, successivamente, si riceverà una mail di conferma del proprio ordine.

Le regioni Piemonte e Liguria, invece, possono pagare al momento della consegna con Bancomat, Carta di Credito, Carta prepagata o con la carta Sociocoop.

Spesa sospesa e spesa che non pesa

Se a Napoli – durante l’emergenza sanitaria Covid-19 – è nata l’iniziativa “La spesa sospesa”, l’azienda Coop ha invece pensato di aiutare le persone più indigenti attraverso la consegna gratuita di una spesa a settimana. Un piccolo gesto per alleviare i pesi dell’economia che la società deve di giorno in giorno affrontare, specie in una circostanza del genere.

Ma non è finita qui, il servizio della spesa online ha pensato anche ai cittadini che lavorano al porto: Coop on Board. Si tratta di una modalità per coloro che non vivono proprio in citta, ma a due passi dal mare. Ad oggi il servizio è in fase di approvazione e presto sarà disponibile nella regione Liguria.