Qual é la durata di un rapporto intimo “normale”?

Ce lo siamo chiesti tutti almeno una volta, quanto dovrebbe durare un amplesso per essere perfetto? Noi abbiamo la risposta.

coppia intimità
Photo AdobeStock

Sappiamo che il rapporto intimo è qualcosa che dipende dalla coppia e che quindi differisce da coppia a coppia, ognuno lo fa in nome dei suoi gusti personali, quindi l’amplesso risulta fantasioso, romantico, routinario, veloce o lunghissimo a seconda dei gusti, ma al di là di questo, esiste un range di tempo che definirebbe il rapporto sessuale “normale”?

Uno studio ha preso in esame il quesito ed ha stimato la durata media dei rapporti sessuali soddisfacenti per un certo numero di coppie, e diciamo che potremmo usare questo dato per rispondere alla nostra domanda.

Quanto dovrebbe durare un rapporto sessuale perfetto?

coppia intimità
Photo AdobeStock

La sessualità è un aspetto molto importante della nostra vita intima, oltre a garantire la stabilità e l’unione della coppia per almeno 8 motivi, fare l’amore è benefico per la salute tanto che gli esperti consigliano di farlo regolarmente. Ecco i buoni motivi per fare l’amore ogni giorno.

Ma per quanto tempo dovremmo incalzare e mantenere il ritmo affinché il nostro amplesso rientri nella durata media dei rapporti sessuali perfetti? Secondo alcuni ricercatori data la soggettività del tema, la risposta potrebbe dipendere da quello che loro stessi hanno definito periodo medio di latenza dell’eiaculazione intra-vaginale.

Avere un rapporto sessuale va ben oltre l’atto tecnico di immettere il pene in vagina e fare in modo che esso eiaculi ma ai fini dello studio questo lasso temporale sarebbe quello interessato poiché risulta molto più difficile definire un tempo da dedicare ai preliminari, e quali prendere in considerazione in questo conteggio.

Quindi lo studio sopra citato si è concentrato sul tempo che intercorre tra la penetrazione e l’eiaculazione e ha stabilito la durata media esaminando 500 coppie provenienti da vari paesi che hanno accettato di fare l’amore con un cronometro per 4 settimane.

Sappiamo che il tutto potrebbe avere una veste poco romantica ma diciamo che il tutto abbia avuto un fine scientifico e che in virtù di questo fine le coppie si siano prese la briga di avviare il cronometro nel momento della penetrazione e di stopparlo dopo l’eiaculazione.

Esaminando tutti i risultati, che tra l’altro, sono risultati essere molto variopinti e differenti da una coppia all’altra, si è ottenuto questo fatidico valore medio del rapporto che è di: 5,4 minuti.

Lo studio ha inoltre definito che parlare di “durata per un rapporto normale ” è impossibile data la disparità degli amplessi che hanno oscillato da 33 SECONDI a 44 MINUTI.

Lo studio ha anche ammesso che questa durata non è stata influenzata da fattori quali:

  • uso del preservativo
  • circoncisione nell’uomo

Mentre sembrerebbero aver inciso fattori quali:

  • l’origine geografica (le coppie turche sembrano detenere una media diversa, circa 3,7 minuti)
  • l’età dei partecipanti, le coppie più anziane lo fanno più in fretta.
coppia intimità
Photo AdobeStock

Non preoccupatevi se il vostro cronometro segna un dato differente. Uno studio condotto su 500 coppie esclude moltissime altre, in più le coppie per lo più erano di etnia bianca quindi per esempio sono state escluse le coppie di colore. Inoltre non è da escludere che fare l’amore con un cronometro potrebbe aver influenzato il risultato dei partecipanti.

La durata media di 5,4 minuti, esclude i preliminari, con essi potrebbe salire di molto, fino a 20 minuti.