Vuoi metterti a dieta? Cinque errori iniziali da non fare mai

Scopri quali sono gli errori iniziali che tutti commettono quando si mettono a dieta e che, invece, non andrebbero mai fatti.

donna bilancia
fonte foto: Adobe Stock

Il mese di Febbraio è anche quello in cui si inizia a pensare alle diete. C’è chi lo fa con tutta calma, prendendosi del tempo per decidere come muoversi e chi, invece, decide di iniziare da subito per portarsi avanti. Ciò che in molti non prendono in considerazione è che cambiare alimentazione porta a tutta una serie di modifiche che possono spingere a compiere diversi errori.

Ed oggi scopriremo quali sono quelli iniziali che molti fanno nella speranza di dimagrire più in fretta e che invece andrebbero assolutamente evitati perché nocivi sia per il buon esito della dieta che per la salute stessa.

Gli errori da non fare mai quando si inizia una dieta

Dieta dimagrante: 10 consigli infallibili per non cedere alle tentazioni
Dieta

Seguire una dieta può essere, prima di tutto, un buon modo per imparare ad alimentarsi in modo corretto e salutare. Traguardi a cui si aggiunge ovviamente la perdita dei kg di troppo. Spesso, però, presi dall’euforia del momento e dalla voglia di perdere quanto più peso possibile, si finisce con il mettere in atto strategie o soluzioni che possono risultare errate. Scopriamo le più frequenti e perché andrebbero evitate.

Iniziare stringendo troppo con le calorie. Come tutti sappiamo, per dimagrire è necessario introdurre meno calorie di quante se ne consumano. Questo però non significa che per perdere peso sia necessario tagliarne più del dovuto. In genere basta eliminare dolci, fritti e prodotti confezionati e prediligere un’alimentazione sana e bilanciata per iniziare a vedere i primi risultati. Stringere troppo con il cibo porterebbe ad un rallentamento del metabolismo che con il tempo renderebbe il proseguo della dieta ancor più complesso.

Non fare colazione. Un altro errore comune che si mette in atto quando si inizia la dieta è quello di saltare la colazione. Una scelta che molti fanno per eliminare da subito delle calorie. La verità è che la colazione (sempre se bilanciata e a base degli alimenti giusti) serve ad attivare il metabolismo. Inoltre è stato dimostrato da diversi studi che chi da colazione tende ad alimentarsi meglio nel proseguo della giornata, scegliendo cibi meno grassi e zuccherini rispetto a chi, invece, è solito saltarla.

Saltare la cena. Un altra scelta errata è quella di saltare la cena. Spesso ci si trova a mangiare un po’ di più durante il giorno e si pensa che in questo modo si riesca a recuperare. La verità è che la cena è un pasto importante in quanto serve a donarci la giusta energia durante la notte. Saltarla significa arrivare al mattino con una glicemia più alta (la glicemia tende a salire dopo digiuni prolungati) e ciò porta a picchi di insulina che come ormai sappiamo concorre nell’aumento di peso. Inoltre, chi salta la cena, tende a svegliarsi affamato e ciò non aiuta a scegliere i cibi giusti con cui fare colazione.

Non pianificare. Quando si inizia una dieta può essere utile stabilire a priori cosa si andrà a mangiare nel corso della settimana. Non è necessario stilare dei veri e propri menu (anche se per alcuni può risultare utile) ma avere un’idea chiara del cibo che si desidera consumare. Ciò aiuta a fare una spesa ragionare e ad evitare cibi nocivi. Inoltre, preparare da prima pranzo e cena o sapere già cosa si andrà a mangiare aiuta a non trovarsi spiazzati mentre si ha fame. Cosa che porta spesso e volentieri a fare scelte sbagliate e poco inclini alla linea.

Non gratificarsi. Anche durante la dieta è importante gratificarsi un po’. Fare la fame ed evitare tutto ciò che piace, porta infatti al rischio di abbuffate alla prima occasione di scoraggiamento. Una buona alimentazione prevede sempre un pasto libero a settimana. Momento in cui concedersi una pizza o un dolce e risollevare sia il metabolismo che l’umore.

Fonte foto: iStock Photo

Per perdere peso, a volte, non servono grandi manovre ma solo una presa di coscienza e la consapevolezza che per restare magri per sempre è necessario cambiare abitudini ed acquisire un nuovo modo di mangiale che risulti semplice, divertente e sano.

È anche bene tenere a mente che per i primi tempi e sopratutto se si hanno tanti chili da perdere può essere utile affidarsi ad un nutrizionista. In questo modo si acquisiranno le conoscenze base, scoprendo un modo di mangiare adatto alla propria persona.