Sei sicuro di lavare bene i taglieri da cucina? Ecco i trucchi infallibili

Non sempre si pone la giusta attenzione in cucina, è importante lavare bene i taglieri, scopri come farlo seguendo i trucchi infallibili.

tagliere
Foto:Freepik

In cucina sono tantissimi gli oggetti impiegati per la preparazione delle pietanze non solo pentole, padelle posate e mestoli, ma anche i taglieri.

Il tagliere possiamo definirlo l’utensile davvero fondamentale in tutte le nostre cucine, non se ne può fare proprio almeno. Non solo utile per tagliare pane, carne, salumi e verdure ma anche per servire antipasti, si possono avere di diversi materiali, plastica e legno. Tra i due sicuramente quello in legno ha un piccolo svantaggio non è proprio facile la pulizia visto che il materiale è poroso, quindi assorbe tutto. Quindi non si può neanch eccedere con i detergenti per pulirli bene.

Cerchiamo di capire come si possono pulire bene i taglieri di diverso materiale così da igienizzarli bene e proteggerli.

Sei sicuro di lavare bene i taglieri da cucina?

come caricare lavastoviglie
Adobe Stock

Il tagliere come ben tutti sanno è un utensile, accessorio indispensabile in cucina infatti si consiglia sempre di collocarlo in cassetti, mobili o portataglieri vicini al piano da lavoro. In questo modo non si perde tempo nella ricerca. Non dovrebbe mai mancare in cucina, se avete a cura del piano da lavoro e volete proteggerlo, allora si!

Spesso viene utilizzato anche per impastare come quando vi cimentate nella preparazione della pasta fatta in casa, ma anche tagliare velocemente verdure, carne e pesce.

Ma la pulizia non dovrebbe mai mancare, utilizzando prodotti specifici e mirati che rimuovono lo sporco e igienizzano in profondità. Tutto ciò è fondamentale per evitare le contaminazioni tra superfici sporche e alimenti, purtroppo accade spesso tutto ciò se non si presta la giusta attenzione. Senza tralasciare nulla, non dimenticate che la presenza di tagli e fessure, possono intrappolare sporco e si annidano batteri.

Ecco come pulire perfettamente i taglieri in legno e plastica.

Nel caso del legno è necessario prestare maggiore attenzione visto che il materiale è poroso e quindi assorbe non solo i detergenti ma anche i liquidi e gli odori. Immaginate quando affettate la carne, la cipolla e aglio, ma questi sono errori che andrebbero evitati. Infatti per alcuni tipi di alimenti sono necessari taglieri specifici che non assorbono liquidi e odori.

Per la pulizia si procede in questo modo, il lavaggio a mano è l’unico modo, perchè questo materiale non può essere lavato in lavastoviglie. Con della carta assorbente da cucina rimuovete bene lo sporco, poi con un detergente specifico con formulazioni delicate  procedete alla pulizia. Ma se preferite potete fare uso di prodotti naturali che avete a casa sicuramente:

  • bicarbonato
  • sale
  • limone

Basta spolverare un pò di bicarbonato o del sale e poi distribuire un pò di succo di limone. Con una spugna morbida strofinate e con un panno pulito asciugate per bene. Ma prima di riporlo nei cassetti ricordate di far asciugare bene all’aria o al sole.

Nel caso dei taglieri in plastica la pulizia è più facile perchè è un materiale che non teme l’acqua, alcuni possono essere lavati nella lavastoviglie. Innanzitutto ricordatevi sempre di rimuovere bene ogni residuo di cibo con carta assorbente da cucina. Poi con il detergente per stoviglie pulite il tagliere utilizzando una spugna, poi sciacquate sotto acqua corrente il tagliere e asciugate bene.

Anche in questo caso potete pulire con il bicarbonato, versatene un pò nel lavello della cucina e aggiungete acqua tiepida. Lasciate in ammollo per un pò e poi procedete al risciacquo.

Quindi ponete sempre attenzione non tralasciate mai la pulizia!