Brioche vegane integrali alla marmellata di fragole: per una colazione sana e golosa!

La colazione cappuccino e brioche è la vostra preferita? Scoprite come preparare delle golosissime brioche vegane alla marmellata di fragole sane e genuine. 

brioche alla marmellata primo piano
Foto: Sweets & Beauty

La brioche si può considerare un patrimonio gastronomico insostituibile, quel dolcetto che regala mattine ricche di energia, gusto e anche piacere, ma che spesso si preferisce non mangiare perché non si conosce la qualità degli ingredienti o perché ricche di zuccheri e grassi.

Perché non prepararle in casa avendo la certezza di preparare un dolce sano, con ingredienti genuini e che piaccia a tutta la famiglia? Scopriamo come preparare delle ottime brioche vegane integrali alla marmellata di fragole! 

Come preparare delle brioche vegane integrali con la marmellata di fragole: la ricetta passo dopo passo!

brioche primo piano
Foto: Sweets & Beauty

Questa ricetta vi conquisterà per la sua semplicità e per il sorprendente risultato. Le brioche vegane integrali con la marmellata di fragole, diventeranno la vostra colazione preferita o saranno protagoniste di dolci pause golose durante la giornata.

La ricetta è stata creata e condivisa dal blog ‘Sweets & Beauty’ e sarà davvero semplice preparare queste brioche, che naturalmente potranno essere farcite non solo con la marmellata di fragole, ma con quella preferita. Scopriamo gli ingredienti e la ricetta.

Gli ingredienti

Per preparare 12 piccole e golose brioche vegane integrali con la marmellata di fragole, avrete bisogno di:

  • 125 grammi di farina integrale o di farro integrale
  • 125 grammi di farina manitoba
  • 125 ml. di latte di soia
  • 60 grammi di zucchero di cocco
  • 35 ml di olio di semi di mais
  • 8 grammi di lievito di birra fresco
  • mezzo cucchiaino di sale
  • aromi a piacere tra scorza di arancia, di limone oppure l’essenza di vaniglia o la vanillina
  • marmellata di fragole senza zuccheri aggiunti, quanto basta

Il procedimento

In una ciotola o in una planetaria unire il lievito di birra fresco insieme al latte di soia tiepido e lavorarli insieme. Quando sarà sciolto aggiungere lo zucchero di cocco, gli aromi, l’olio di semi e la farina integrale e quella manitoba.

Lavorare l’impasto con il gancio impastatore o a mano,  aggiungere il sale ed impastare altri due minuti. Trasferire l’impasto sul piano di lavoro infarinato e impastarlo con energia fino ad ottenere un panetto liscio, compatto e morbido. 

Mettere il panetto in una ciotola e coprirlo con una pellicola trasparente per alimenti. La lievitazione dovrà avvenire a forno spento con la luce accesa per circa 3-4 ore e dovrà raddoppiare il suo volume iniziale.

Passato il tempo della lievitazione, riprendere la pasta e stenderla in un rettangolo grande e molto largo, quindi tagliarlo a metà e dividere ogni metà in triangoli che saranno perfetti per essere farciti ed arrotolati su se stessi.

Mettere un cucchiaino di marmellata alla base di ogni triangolo e stenderla dalla base verso la punta. Arrotolare quindi il triangolo su se stesso, partendo sempre dalla base verso la punta. In questo modo si formeranno tanti piccoli cornetti. 

A questo punto le brioche ottenute, andranno messe su una teglia rivestita di carta forno e poi coperte con la pellicola trasparente e messe a lievitare in forno spento e col la luce accesa per circa 1 ora o 1 ora mezza.

Dopo la seconda lievitazione le brioche saranno pronte per essere infornate, basterà spennellarle con del latte di soia, cospargerle con zucchero di cocco o anche di canna e cuocerle a forno statico a 180 gradi per circa 18 minuti, fino a quando saranno dorate. Le brioche andranno servite tiepide e non calde e appena sfornate.

brioche primo piano
Foto: Sweets & Beauty

Piccoli consigli della blogger che ha creato la ricetta:

“Si conservano 2-3 giorni in una busta per alimenti. Si possono congelare da crude: lasciandole a temperatura ambiente tutta la notte e cuocendole al mattino. Oppure potete congelarle da cotte: le fate scongelare tutta la notte in frigorifero e poi le riscaldate 2-3 minuti in forno!”