Tornano i Gilet Arancioni in piazza Duomo di Milano: “Questi lockdown sono inutili ed irragionevoli”

Tornano i Gilet Arancioni nella piazza Duomo di Milano. Pappalardo annuncia una grande manifestazione e vuole incontrare il Presidente.

Milano
(Getty Images)

Tornano i gilet arancioni nelle piazze di Milano per far sentire la loro voce e la loro opinione sulla questione covid e sulle misure che il Governo ha adottato fino ad adesso per combattere la pandemia.

Forti accuse da parte dei rappresentati di questo movimento il cui simbolo è di colore arancione con il chiaro scopo di voler essere ascoltati dal Governo e discutere assieme a chi di dovere delle misure adottare.

Proprio per questi motivi è stata annunciata una nuova manifestazione che di certo non passerà inosservata e che soprattutto non dovrebbe riuscire a rispettare le norme di distanziamento ancora vigenti.

Pappalardo torna in piazza e chiede incontro con il Presidente

gilet arancioni
gilet arancioni from web source

Il Movimento dei Gilet arancioni dell’ex generale dei Carabinieri Antonio Pappalardo ha deciso di tornare in piazza Duomo a Milano proprio il 13 febbraio contro le restrizioni dovute al Covid. Il tutto dopo che lo scorso maggio avevano portato in piazza centinaia di manifestanti senza nemmeno la mascherina.

Vogliamo ricordare ai milanesi e a tutto il resto d’Italia che questi lockdown sono inutili e irragionevoli perché durano da oltre un anno e contagi e morti non diminuisconoha spiegato Pappalardo poi riportato dai microfoni dell’ansa.

Secondo le dichiarazioni del generale Pappalardo i gilet arancioni tornerannoin piazza a Milano dove avevano manifestato più di 8 mila persone” con loro durante la volta scorsa perché in loro opinione “questa è la città più penalizzata dalle restrizioni per il Covid“.

Ai giornalisti che gli hanno chiesto se anche questa volta il Movimento dei Gilet arancioni scenderà in piazza senza utilizzare la mascherina l’ex generale ha risposto, il tutto riportato dall’ansa, che non se la sente “di dire al popolo che interviene di mettersi la mascherina, altrimenti violerebbe il testo unico di pubblica sicurezza“. Salvo poi aggiungere: “Noi non siamo negazionisti crediamo che la malattia esista e sia concreta ma non è gestita come dovrebbe“.

Le richieste dell’ex generale Pappalardo non sono di certo di poca importanza. Ha infatti fatto sapere che da tempo chiede con forza un incontro con il premier che mentre prima era Giuseppe Conte ora è Mario Draghi, prima della manifestazione in programma il 13 febbraio.

Secondo infatti quanto riportato dalle fonti ansa, Pappalardo ha dichiarato in conclusione: “Ascolti anche noi come sta ascoltando tutti i partiti, i movimenti e sindacati i Gilet arancioni sono l’unico movimento che ha fatto scendere in piazza a maggio 50 mila persone”.

gilet arancioni
gilet arancioni from web source

Seguiranno aggiornamenti laddove possibili.