Come fare una spremuta d’arancia perfetta: trucchi e consigli

La spremuta d’arancia è un concentrato di vitamina C ottima per il nostro organismo ma davvero sappiamo come farla perfetta? Ecco alcuni trucchi e consigli per ottenere più succo possibile.

spremuta d'arancia
Foto di Steve Buissinne da Pixabay

Si prepara in un attimo ed una delle bevande più sane che possiamo consumare. La spremuta d’arancia è un concentrato di salute e benessere che apporta vitamine in particolare la C, ma anche la A e la B1, così come sali minerali quali potassio, magnesio, rame.

È, inoltre, una fonte di fibre ma anche di acido folico, particolarmente adatto per le donne in stato interessante, così come di proteine, flavonoidi ed esperidina.

Ideale per rinforzare il sistema immunitario, la spremuta d’arancia è utile anche per ridurre i  segni dell’invecchiamento e ottima per prevenire il cancro. Ma anche valida per disintossicare l’organismo. Scopriamo allora come fare una perfetta spremuta d’arancia  ottenere il massimo del succo dalle arance.

Ecco trucchi e consigli per preparare una spremuta d’arancia perfetta

spremuta d'arancia
Foto di Charlotte May da Pexels

Cosa c’è di più sano di un bicchiere di spremuta d’arancia appena preparata? Anche se rispetto a un succo di frutta confezionato richiede qualche minuto in più di preparazione questo non deve farci desistere.

Scopri perché mangiare arance ogni giorno fa bene. 

La spremuta d’arancia infatti è molto più salutare ed è davvero un concentrato di salute. Tutti pensiamo di saperla preparare e di sicuro sarà così ma non tutti conoscono i trucchi per estrarre al meglio tutto il succo dalle arance.

Scopriamo allora quali sono i trucchi e i consigli per preparare una spremuta d’arancia perfetta.

1) Arance biologiche. Prima di tutto scegliamo arance prive di pesticidi e conservanti. Le migliori sono quelle biologiche e non trattate. Le altre infatti sono trattate con pesticidi, in particolare presenti sulla buccia, che possono migrare nel succo se non seguiamo dei piccoli accorgimenti.

Le arance che non vengono da coltivazioni biologiche sono generalmente trattate oltre che con i pesticidi anche con delle cere. Quando le arance sono trattate con pesticidi riportano in etichetta la dicitura “buccia non edibile”. Quando sono trattate con la cera ci dovrebbe essere scritto “cerata artificialmente”.

Esistono degli studi secondo cui solo una piccola percentuale di questi agenti sulla buccia riuscivano ad arrivare nel succo d’arancia. Anche se il rischio è dunque basso va comunque considerato perciò per evitare che i pesticidi arrivino nel succo basterà seguire dei piccoli accorgimenti.

  • lavare accuratamente le arance con acqua tiepida e poi asciugarle con carta da cucina
  • lavare le mani

Dettò ciò è sempre bene acquistare arance non trattate e biologiche se ne abbiamo la possibilità.

2) Scegliere la qualità giusta di arance. Per preparare un bicchiere di spremuta di arance ne bastano 2 e le migliori per tale operazione sono senza dubbio quelle succose. In particolare la varietà con la buccia sottile sono da preferire alle altre perché più facili da spremere. Tra le varietà adatte alla spremuta ci sono Navel, Tarocco, Sanguinella o Moro.

3) Non utilizzare arance fredde. Un altro trucco per ottenere più succo è non spremerle se sono fredde. Se le teniamo fuori d’inverno, o in frigorifero dobbiamo metterle a temperatura ambiente per un po’ prima di spremerle. Inoltre, può essere utile intiepidirle un po’ prima di estrarre il succo. A tal proposito possiamo metterle qualche secondo nel forno a microonde o metterle in una ciotola con acqua calda. Questo farà sì che le trame del tessuto si allentino rilasciando meglio il succo.

4) Ammorbidire le arance. Prima di procedere al taglio e alla spremitura massaggiamo le arance facendole roteare sul piano di lavoro e premendole leggermente con il palmo della mano. In questo modo otterremo ancora più succo.

5) Spremitura. Ed ora dividiamo le arance a metà e procediamo a spremerle con uno spremiagrumi a mano o elettrico. Se siamo sprovvisti sia dell’uno che dell’altro tagliamo il frutto a fette le sbucciamo e le mettiamo in un setaccio. Quindi schiacciamo con la parte posteriore di un cucchiaio.

crostata
(Istock Photos)

6) Filtrare il succo. Infine, se preferiamo una consistenza del succo più liscia basterà utilizzare un colino e filtrare il succo. In questo modo andremo ad eliminare tutta la polpa ed eventuali semi.

Ed ora un menù completo a base di arance.