Il Movimento 5 Stelle voterà la fiducia al Governo Draghi? Davide Casaleggio risponde

Un argomento di forte dibattito è la fiducia al nuovo Governo Draghi da parte del Movimento 5 Stelle su cui si è espresso anche Davide Casaleggio.

Mario Draghi, dati e curiosità sull'uomo scelto da Mattarella (Getty Images)
Mario Draghi (Getty Images)

Ebbene sì siamo in una fase cruciale. Il Governo con alla guida Mario Draghi dovrebbe formarsi con la consapevolezza naturalmente dei voti per la fiducia. Proprio oggi se ne è parlato a lungo visti gli ipotetici scenari che si pongono davanti.

Naturalmente in questo caso parliamo di numeri e cifre su cui poggiano le basi della formazione del nuovo Governo. Un argomento di forte interesse politico è invece la decisione del Movimento 5 Stelle che in questi giorni ha fatto molto discutere.

Da un latto abbiamo visto la chiusura da parte di Vito Crimi ed anche di Alessandro di Battista, sembra però che non tutti la pensino in questo modo. Alla domanda allora ha deciso di rispondere Davide Casaleggio.

Davide Casaleggio e la piattaforma Rousseau: in vista una votazione sulla piattaforma

M5S, Casaleggio rivela un'indiscrezione (Getty Images)
M5S, Casaleggio rivela un’indiscrezione (Getty Images)

Secondo quanto ha tenuto a raccontare il Presidente della piattaforma Rousseau è sceso in campo per comprendere la decisione del Movimento circa l’appoggio al Governo Conte. Questa mattina infatti il figlio del fondatore del Movimento ha “incontrato diversi parlamentari e ministri a Roma”.

Qualunque sarà lo scenario politico possibile c’è ampio consenso sul fatto che l’unico modo per avere una coesione del Movimento 5 stelle sarà quello di chiedere agli iscritti su Rousseaudice il presidente di Rousseau, Davide Casaleggio.

Il presidente dell’associazione e figlio del fondatore del Movimento è a Roma e potrebbe anche arrivare ad incontrare nella Capitale l’altro fondatore del M5s e garante Beppe Grillo sicuramente anche per un confronto su ciò che sta accadendo all’interno del movimento. Basti pensare anche al no pronunciato da Di Battista al Governo Draghi.

Secondo alcune indiscrezioni dai banchi del Parlamento il garante del M5S dovrebbe far parte della delegazione che domani incontrerà Mario Draghi per le consultazioni a nome del Movimento stesso. Un momento molto importante siccome i numeri del Movimento sono notevoli all’interno del Parlamento stesso.

In primis però bisogna pensare a quelle che sono le intenzioni della “base”. Proprio di questa opinione sarebbe Davide Casaleggio che starebbe premendo sui vertici del Movimento per una consultazione degli iscritti sulla partecipazione o meno al governo Draghi.

Una ipotesi che è vista quindi con favore da una buona parte del M5S e che lascerebbe quindi agli iscritti il compito di scegliere se voler appoggiare il Governo che Mario Draghi andrebbe a formare o viceversa tirarsene fuori.

Per il Presidente di Rousseau spetterebbe quindi una consultazione agli iscritti alla piattaforma. Intanto il Movimento Cinque Stelle compatto ha ringraziato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Seguiranno aggiornamenti.