Liquirizia: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarla in cucina

La liquirizia è un alimento prezioso e ricco di proprietà benefiche. Scopriamo insieme le più importanti.

liquirizia
fonte foto: Adobe Stock

A chi piace e a chi no, la liquirizia è da sempre un alimento dal gusto controverso. Radice amara molto versatile, è ricca di proprietà e fa bene alla salute.
Originaria del medio oriente, viene da sempre utilizzata per la salute e la medicina cinese la annovera tra i suoi rimedi da più di 5000 anni.
Scopriamo insieme tutto ciò che c’è da sapere su questa radice.

Tutto sulla Liquirizia: proprietà, controindicazioni e curiosità

liquirizia
fonte: Adobe Stock

Pianta della famiglia delle Fabacee, la liquirizia (Glycyrrhiza glabra L.) è una leguminosa
che comprende più di 15 specie. Pianta erbacea perenne che fiorisce i estate, la liquirizia ora è diffusa u po’ ovunque ma è originaria dell’area Mediterranea e dell’Asia del sud. É un arbusto molto resistente ai freddi intensi, al gelo, e può crescere in terreni difficili, calcarei e argillosi. Le radici di questa pianta si possono estendere per oltre 2 metri.

Le radici delle piante che oltrepassano i 3 anni vengono prelevate ed essiccate.
I medici e guaritori dell’Antico Egitto e Cina, già la conoscevano migliaia di anni fa e la utilizzavano per lenire la tosse, i problemi biliari, e per curare le intossicazioni.
Introdotta in Europa dai monaci Domenicani intorno al XV secolo, da noi oggi viene conosciuta principalmente per le caramelle e le tisane.
Le proprietà della liquirizia sono tante:

  • Carminativa
  • Digestiva
  • Depurativa
  • Antifiammatoria
  • Lenitiva
  • Diuretica
  • Cicatrizzante
  • Antibatterica
  • Emolliente
  • Espettorante
  • Antiulcera
  • Antiflogistica
  • Rinfrescante

In commercio la liquirizia si trova sotto diverse forme, sia come bastoncini, che sotto forma di polvere, o tocchetti per aromatizzare tisane o infusi, confetti strisce gommose, pasticche e come estratto. La liquirizia viene utilizzata anche per aromatizzare alcuni tipi di tabacco o liquidi per evaporatori elettrici.

Uno dei principi attivi più importanti della liquirizia è la “glicirrizina” che apporta un’azione antivirale e antinfiammatoria. Già Ippocrate la utilizzava per sedare la tosse.
Le proprietà della liquirizia le consentono di proteggere il fisico dalle malattie biliari, aiuta contro l’ulcera, previene alcuni tipi di malattie autoimmuni. Inoltre, la liquirizia si rivela ottima anche per la pelle.

Gli estratti della liquirizia aiutano a prevenire i disturbi a carico dell’apparato digerente, come gastriti, coliti ed intossicazioni alimentari.
Come già detto è di forte impatto contro i problemi dell’apparato respiratorio come tosse, bronchite, infezioni, e mal di gola. La liquirizia contribuisce, inoltre al trattamento di alcune malattie come l’Addison, l’ovaio policistico, la stanchezza, il diabete insipido.
La liquirizia è un valido aiuto per il fisico, sempre a patto che non se ne abusi.

Calorie e valori nutrizionali della liquirizia

liquirizia tea
fonte foto: Adobe Stock

Questi i valori medi per una quantità di 100 g. di Liquirizia:

  • Calorie: 375
  • Proteine: 0 g
  • Carboidrati: 94 g
  • Zuccheri: 70 g
  • Grassi: 0 g
  • Vitamina C: / mg
  • Calcio: / mg
  • Potassio: 37 mg
  • Ferro: / mg
  • Fibra: 0,2 g
  • Sodio: 50 mg

Ovviamente questi valori non vanno intesi come assoluti. In base alla varietà scelta, infatti, alcuni valori potrebbero essere un po’ diversi. Questa è comunque una media piuttosto attendibile che da l’idea delle tante proprietà di questo rizoma.

Controindicazioni
La Liquirizia va consumata con cautela, non tutti i giorni. L’abuso nell’assunzione di liquirizia può portare ad avere mal di testa, gonfiori alle giunture, e ritenzione idrica.
L’uso della liquirizia è sconsigliato in caso di assunzione di farmaci per insufficienza renale o ipertensione, ma anche:

  • Lassativi
  • Fans
  • Pillole anticoncezionali
  • Cortisonici
  • Insulina

In ogni caso consigliamo sempre di rivolgersi al proprio medico curante per ogni eventuale problema o dubbio in merito.

Come assumere la liquirizia

liquore liquirizia
fonte foto: Adobe Stock

La liquirizia, è solitamente assunta sotto forma di caramelle o strisce gommose, ma ha anche altri utilizzi, soprattutto in cucina. La polvere di liquirizia, in effetti viene aggiunta a salse o panature per carni e pesci, la sua dolcezza, ad esempio, contrasta bene con il gusto del cioccolato o delle olive taggiasche. L’estratto liquido della liquirizia è molto dolce e può essere utilizzato per edulcorare dolci, creme, torte, ma anche gelati e cocktail.

Si tratta insomma di un alimento davvero prezioso e che, salvo problemi legati ai suoi effetti collaterali, vale sempre la pena mangiare.