Quali sono i partiti politici che vogliono fare un governo con Draghi? Tutte le intenzioni

Dopo il nulla di fatto di ieri sera per il mandato esplorativo del Presidente della Camera Roberto Fico, il Presidente della Repubblica ha chiamato Mario Draghi.

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella from (Getty Images)

Ribadiamo di nuovo quanto è necessario da dire, questa crisi di Governo è la cosa più inaspettata che potesse capitare alla politica italiana nel 2021. Quanto accaduto ha destabilizzato fortemente l’opinione pubblica.

Ruolo fondamentale soprattutto in questi casi è quello del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il quale ha affidato mandato esplorativo al Presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico, al fine di comprendere se ci fosse una effettiva maggioranza per formare un Governo.

Purtroppo però, un nulla di fatto, e quindi il Presidente della Repubblica ha deciso di chiamare oggi Mario Draghi e cercare con lui di formare una maggioranza meno politica e più tecnica. Ma la parola ora spetta ai partiti. “Chi voterà per Draghi”?

Quali sono i partiti che appoggerebbero Mario Draghi e quali no

Mario Draghi
(Getty Images)

Nonostante i vari tentativi del Presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico per cercare di ricostruire un’unità d’intenti e dare vita ad un governo Conte ter, non si è riusciti a trovare un accordo tra i vari partiti e la situazione è rimasta in balia delle dispute su Mes, Recovery Plan, istruzione e giustizia.

Mario Draghi è ora il nome di punta, ma i partiti sono disposti a votarlo? Partiamo da quello che alle scorse elezioni risultò il primo partito in Italia, il Movimento 5 Stelle. Proprio a tal proposito si è espresso ieri Vito Crimi, capo politico ad interim del M5S, ha dichiarato ieri tramite un post sulla sua pagina social che il movimento non voterà una fiducia a Mario Draghi.

Il Movimento aveva già rappresentato che l’unico Governo possibile sarebbe stato politico, pertanto non voterà per la nascita di un governo tecnico presieduto da Mario Draghidichiara sui social Vito Crimi.

Per quanto riguarda invece la coalizione di centro destra guidata da Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi si può per ora solamente evidenziare il fatto che sembra che all’interno di essa mentre Forza Italia si è mostrata più aperta verso il governo tecnico, gli altri due partiti lo sono stati meno.

Non è un segreto che Matteo Salvini e Giorgia Meloni siano molto più propensi alle elezioni rispetto alla formazione di un governo tecnico, ma bisogna dire che proprio a tal proposito il leader della Lega ha dichiarato: “Non abbiamo pregiudizi nei confronti di Mario Draghi“.

Il Partito Democratico sembra invece molto più propenso all’appoggiare un ipotetico governo Draghi per gestire soprattutto la pandemia ed i soldi del Recovery. Italia Viva invece ha risposto tramite il leader Matteo Renzi che ha dichiarato sui social: “Ora tutte le persone di buona volontà devono accogliere l’appello del Presidente Mattarella e sostenere il governo di Mario Draghi“.

Mario Draghi
Mario Draghi from Instagram

Bisogna specificare che siamo ancora ad una fase preliminare e che ovviamente lo scenario è soggetto a mutamenti.