Somministrava medicinali letali a pazienti Covid: la sua risposta alle accuse spiazza tutti

E’ stato arrestato con l’accusa di aver ucciso pazienti affetti da Covid somministrando medicinali letali. La sua risposta non manca ad arrivare.

Anche l'associazione Gimbe lancia l'allarme della terza ondata covid
Reparto Covid from (Getty Images)

Qualora si dovesse verificare la veridicità e le prove che le accuse sono vere si parlerebbe di atti gravissimi che avrebbero portato alla morte di alcuni pazienti affetti da covid. Il male che attanaglia il nostro popolo da ormai più di un anno.

Il tutto sarebbe accaduto nel territorio bresciano dove questo ospedale sarebbe stato teatro di un efferato crimine ai danni di poveri innocenti la cui unica dinamica che li ha spinti lì è stato avere questo brutto male.

In un clima del genere, in cui ci si affida completamente a quello che il nostro personale sanitario, i nostri medici ci dicono questa notizia fa eco e crea non poco dibattito. Fatto sta che le indagini sono ancora in corso.

Arrestato con l’accusa di omicidio volontario di due pazienti covid: lui si difende

ospedale covid-19
DPCM Italia, i repsrti degli ospedali occupati sono un fattore (Adobe Stock)

A quanto pare dopo l’arresto il medico in questione avrebbe dichiarato: “Sono innocente. Risponderò alle domande del giudice“. Queste parole hanno fatto molto eco fra il grande pubblico che non sa ancora a cosa credere e quindi aspetta maggiori informazioni e chiede giustizia.

Proprio queste sono state le parole che ha detto, entrando in tribunale a Brescia, il dottor Carlo Mosca, il medico dell’ospedale di Montichiari. L’ arrestato è stato richiesto con l’accusa di omicidio volontario per aver somministrato farmaci, risultati letali, a due pazienti affetti da Covid. Due vite sarebbero quindi state spezzate da farmaci che assolutamente non sarebbero dovuti essere utilizzati.
Il medico in questione ha trovato l’assistenza degli avvocati Elena Frigo e Michele Bontempi. Il dottor Carlo Mosca, sospeso dal suo incarico, si sottoporrà all’interrogatorio di garanzia davanti al gip, Angela Corvi la quale ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare, e alla presenza del pubblico ministero, Federica Ceschi. La vicenda lascia non poco sgomento. A gran voce però è chiesta giustizia e verità da parte dei parenti delle vittime.

medici ospedale
Ospedale covid Foto da Pixabay

Seguiranno aggiornamenti qualora forniti.

 

 

Da leggere