Perché gli uomini passano così tanto tempo in bagno?

Ci sono uomini che passano moltissimo tempo in bagno, ma cosa faranno tutto quel tempo nella toilette, te lo sei mai chiesto?

cosa fa un uomo in bagno
Photo AdobeStock

Ci sono uomini di cui ti dimentichi non appena varcano la soglia del bagno, una volta entrati ed essersi accomodati li vedrai riapparire solo molto tempo dopo. E’ un classico, pensavi fosse uscito poi ti ricordi che in realtà era solo andato in bagno! A quel punto ti viene in mente sempre la solita domanda, la stessa che molte altre donne si pongono:

“Perché gli uomini trascorrono così tanto tempo in bagno? possibile che tutti gli uomini siano stitici?”

Finalmente abbiamo la risposta. Sappiamo il perché grazie alla rivista americana Romper, che ha indagato ed è riuscita ad avanzare una ipotesi.

Perché gli uomini trascorrono molto tempo in bagno?

uomo in bagno
Photo AdobeStock

Per molte persone il bagno è un luogo che ispira, è un luogo silenzioso, un posto in cui si preserva la propria privacy mentre si cerca di liberarsi dal… superfluo. Un luogo che ci libera, quindi ci rilassa. Ci sono uomini che passano ore in bagno e finalmente siamo in grado di rivelarvi il motivo di questo comportamento.

Il Dottor Niket Sonpal specializzato in medicina interna ha  spiegato che: “Ci sono ragioni sociali per le quali una persona si nasconde nella toilette e motivazioni patologiche per la quale un individuo sta in bagno per molto tempo, come problemi di digestione e la stitichezza “.

Solitamente l’evacuazione delle feci non richiede molto tempo, nel caso in cui per liberarsi siano necessarie ore la situazione diventerebbe insostenibile e fastidiosa tanto da spingere la persona interessata a mangiare più fibre o assumere degli integratori per facilitare questo processo naturale.

Il medico fornisce una sua personale regola d’oro riguardo questo argomento: non superare i 5 minuti per defecare:

“Cinque minuti è il tempo ideale per evacuare, se ci si alimenta correttamente e si integrano sufficienti fibre ed acqua nell’alimentazione, i movimenti intestinali dovrebbero essere molto brevi”. Nel caso in cui questo processo richieda molto più tempo, il medico consiglia di rivolgersi ad uno specialista.

Ed ora passiamo alla motivazione sociale che spinge una persona a passare molto tempo in bagno.

Il bagno rappresenta una via di fuga perritrovare se stessi”. Se un uomo passa molto tempo in bagno senza avere problemi di stitichezza il motivo potrebbe essere quello di desiderare semplicemente di restare un momento da solo. Questa ipotesi è stata avanzata  dallo psicoterapeuta Jonathan Alpert: “Ci si aspetta che gli uomini non debbano passare più tempo delle donne in bagno, per questo quando lo fanno si tende a pensare che abbia un problema o che stia sicuramente facendo chissà cosa”. Lo specialista ha poi aggiunto che in realtà la maggioranza degli uomini che trascorre molto tempo in bagno non ha per loro fortuna problemi fisici è solo che con molta probabilità concili quel momento con lo svago e che sia assorbito dai giochi sul suo telefono, dalla consultazione dei social network o anche da video divertenti in rete.

Per Jonathan Alpert il bagno rappresenta per molti uomini un porto sicuro dove nessuno ti chiede di fare qualcosa. Quando un uomo si trova in casa la partner tende sempre a chiedergli qualcosa: appendere il quadro, badare al bambino, portare fuori il cane e la spazzatura… in bagno l’uomo evita ogni possibile incarico ed il fastidio di essere interrotto mentre fa qualcosa che gli interessa.

Questa ipotesi è stata condivisa anche da una esperta di relazioni sentimentali, Toni Coleman, la quale spiega che questa sensazione di conforto e sicurezza può avere un collegamento con un’abitudine sviluppata durante l’infanzia.

Questo è il modo preferito dall’uomo “per evitare momentaneamente le interazioni familiari”, secondo l’esperta, il luogo che concilia la sua privacy, “il bagno è relativamente sicuro” e a prova di potenziali presenze invadenti.

Infine non possiamo non affrontare un’altra tematica legata all’uso intensivo del bagno, il  “doomscrolling”. Hai mai sentito questo termine?

Il “Doomscrolling” viene utilizzato per indicare la navigazione compulsiva in rete. Questo termine tradotto significa appunto scorrere lo schermo, ed indovinate quando si verifica maggiormente questa tendenza?

Ognuno di noi si ritaglia un momento della giornata in cui occuparsi di questa pratica, chi più chi meno, generalmente le persone lo fanno prima di andare a letto, e tra l’altro questa danneggia il loro sonno, tutti gli altri cedono a questo impulso durante il loro “soggiorno” in bagno.

cellulare bagno
Adobe Stock

E qui subentra un altra questione rilevante, è stato scoperto che passare molto tempo seduti potrebbe avere conseguenze indesiderate:  potrebbero comparire le emorroidi oppure passare molto tempo seduti danneggia la memoria, lo rivela la scienza.

Infine ricordiamoci che esistono diversi motivi per cui non dovresti mai usare il cellulare in bagno.