L’orgasmo multiplo esiste? Ecco tutti i suggerimenti per provare a raggiungerlo

Mito o realtà? Ecco tutto quello che c’è da sapere per raggiungere (o tentare) l’orgasmo multiplo: non ci crederai ma è alla portata di tutti!

orgasmo multiplo
(Fonte: : Pexels)

Ovviamente ce lo siamo chiesti tutti nella vita.

Esiste o no il (famigerato) piacere multiplo, quello che dovrebbe scuoterci dalla testa ai piedi più di una volta nella stessa sessione?

Diciamo che, poi, spesso il problema è anche solo arrivare ad averne uno, figuriamoci più di uno tutti in una sola volta!
Sai, però, che tutti possiamo arrivare ad avere momenti di piacere continui?
Ecco che cosa dovresti fare per raggiungerli.

Orgasmo multiplo: ecco come si raggiunge

orgasmo multiplo
(fonte: Pexels)

Chi di noi non vorrebbe sperimentare l’orgasmo multiplo?

Magari ti è successo una volta oppure ne hai sempre sentito parlare e non hai idea di come fare a raggiungerlo.
Insomma, di certo non si tratta di qualcosa di cui tutti parlano, dalla mattina alla sera, rendendo possibile capirecome si fa“!

Intorno al piacere femminile (ma anche maschile, perché no) ci sono tanti fraintendimenti e “tabù“.
Qualcuno lo abbiamo svelato qui mentre di altri abbiamo cercato di parlare in maniera più approfondita.
Per quanto riguarda l’orgasmo, poi, abbiamo anche provato a darti tutti i consigli per scoprire nuove frontiere del piacere!
Se qui ti abbiamo parlato dell’orgasmo sincronizzato mentre qui ti svelavamo come fare per raggiungere e mantenere a lungo quello singolo, non ci siamo scordate dei nostri amici maschi!

In questo articolo ti abbiamo parlato del punto L ma non preoccuparti, gli uomini non sono gli unici ad avere “punti strani” da stimolare.
Hai mai sentito parlare del punto A?

Insomma, come puoi vedere c’è un’ampia letteratura che riguarda il piacere intimo e tutto è tesa a cercare di farti raggiungere il massimo del godimento.
L’orgasmo multiplo, però, sembra essere uno di quei traguardi di cui si parla decisamente poco.

Obiettivamente, se siamo concentrati anche solo a capire come raggiungere un solo orgasmo di certo è inutile tentare di dirigerci, direttamente, verso quello multiplo!
Poi, come tante delle “leggende” legate ad i rapporti intimi, in tanti non credono sia neanche possibile averne uno (o, insomma, più d’uno).

L’orgasmo multiplo, infatti, anche se è una prerogativa femminile è ben lontano da essere un “mito”.
Tutto si origina (del resto, come non potrebbe) dai nostri organi genitali.

Il clitoride, il responsabile del piacere femminile, è in grado di “subire” più di una stimolazione in poco tempo, portandoti, quindi, sull’orlo del piacere anche più volte in pochi minuti.
Gli uomini, infatti, hanno bisogno di qualche tempo (da mezz’ora nelle coppie più appassionate a qualche ora per quelle rodate) prima di poter iniziare nuovamente un rapporto intimo.

Le donne, invece, non hanno bisogno di tanto tempo per tornare a provare piacere: a quanto pare, infatti, bastano due o tre minuti dal primo orgasmo per tornare a provare piacere durante un rapporto intimo.

Insomma, le basi scientifiche ci sono tutte: l’orgasmo multiplo è possibile!

Raggiungerlo, però, è tutta un’altra storia.
Le donne che lo sperimentano, però, assicurano che non si tratta assolutamente di un procedimento difficile e, anzi, consigliano alcune tecniche che dovrebbero regalarti il piaceremultiplo“, senza problemi.

Innanzitutto, bisogna occuparsi della mente.

Impossibile pensare di avere un orgasmo multiplo se siamo occupate a pensare di… non riuscire ad averlo!
Importantissimo, quindi, trovare il modo di rilassarsi e di evitare di rendere questo obiettivo l’unico basilare del vostro rapporto.
Per spostare il focus dei rapporti intimi ci sono molti metodi: potete provare addirittura con il metodo più drastico di tutti oppure con alcuni suggerimenti “giocosi”.

Qual è la tecnica, però, per avere gli orgasmi multipli quando (e se) finalmente sarete intenti in un rapporto intimo?
La tecnica, a quanto pare, è veramente semplice.

Tutto gira intorno alla stimolazione dei genitali (e molto poco intorno alla penetrazione).
Arrivato il primo orgasmo, dunque, bisognerebbe “prendersi una pausa” di qualche minuto e tornare a “giocare”.

Potete provare a variare la stimolazione con i suggerimenti che vi abbiamo dato prima oppure, semplicemente, ricominciare tutto daccapo!
L’eccitazione aiuta a rendere l’orgasmo più potente e partecipato.
Dopo averne avuto uno, quindi, vi trovate nel “momento” migliore per stimolare tutti gli altri.

Tornate a baciarvi ed accarezzarvi e, per qualche minuto, comportatevi come se steste approcciando per la prima volta.
Il periodo “refrattario” (quello cioè nel quale non importa quanto siate eccitati, non verrete neanche per sbaglio) finisce dopo “soli” 180 secondi.

A questo punto potete iniziare a comportarvi come se volete provare un rapporto intimo non penetrativo.
L’orgasmo multiplo, infatti, è solo clitorideo: insomma, potete anche tornare alla penetrazione ma di certo non riuscirete a raggiungere nuovamente l’orgasmo!

L’importante, sembra quasi inutile sottolinearlo, è che tra di voi ed il vostro partner ci sia un mutuo e reciproco rispetto.
Vi abbiamo spiegato qui come fare a chiedere il consenso del vostro partner, non importa da quanto tempo state insieme!

Se siete a vostro agio ed avete voglia di divertirvi, oltre ai nostri consigli potete (e dovete) anche fidarvi delle vostre sensazioni del momento!
Sperimentate insieme e cercate di raggiungere il massimo piacere seguendo le tappe che vi suggerisce il vostro corpo.

Dopotutto, uno degli altri suggerimenti dei sessuologi per avere orgasmi forti, duraturi e “multipli” è proprio quello di “farlo” il più possibile.
Insomma, bisogna “studiare” sul campo!

orgasmo multiplo
(fonte: Pexels)

Adesso che sapete come, cosa e quando farlo non vi resta che cercare di mettere in pratica i nostri consigli e vedere se riuscite a sperimentare questo piacere doppio (o triplo, quadruplo e chi più ne ha più ne metta).

Ricordate, comunque, che ogni tentativo anche se non vi porta al piacere multiplo sarà comunque divertente.

Insomma, tentare, in questo caso, non nuoce davvero!