Cinque idee per colorare la cameretta del neonato

Sappiamo bene quanto i colori siano importanti nel corso della nostra vita. Ci accompagnano in qualsiasi momento, rappresentando un elemento imprescindibile della quotidianità. E’ una regola d’oro che vale fin da piccolissimi, ecco perché quando arriva il momento di progettare la stanza del neonato è così importante inserirvi le giuste tonalità.

I genitori si interrogano a lungo sull’aspetto che dovrà avere la cameretta del figlio: è qui che riposerà, farà i compiti e studierà per poi con il tempo accogliere gli amici e i compagni di scuola. Certi colori, stando ai dettami della cromoterapia, si dimostrano in grado di intervenire andando ora ad eccitare ora a rilassare la mente, predisponendola allo svolgimento di determinate attività. Vediamo insieme cinque colori e quindi cinque idee per colorare la cameretta affinché risulti sempre accogliente.

Tonalità da evitare e tinte più diffuse

Bisogna tenere presente che nel caso di ambienti di ridotte dimensioni l’ideale sarà ricorrere a strisce di colori sulle pareti (intervallando per esempio bianco e grigio) oppure a tinte molto tenui, che consentiranno di giocare sulla percezione dei volumi. Vediamo poi alcuni colori che è sempre bene evitare quando si tratta di progettare la cameretta del neonato. Si tratta in particolar modo del rosso e dell’arancione, poiché sono entrambi connessi al movimento e all’attività: una loro preponderanza renderebbe il riposo più difficoltoso. Nella maggior parte dei casi i colori utilizzati per la stanza dei bambini sono rosa, giallo e blu chiaro ma anche bianco con decorazioni murali. In base al colore delle pareti e dei principali mobili sarà poi possibile scegliere online la cameretta completa neonato con lettino e fasciatoio in modo da completare il quadro al meglio.

Giallo pastello

Il giallo è il colore del sole e della felicità, è sempre giusto inserirlo nella cameretta del neonato poiché capace di migliorare l’umore e stimolare i pensieri positivi. Sa offrire un’iniezione di benessere e creatività: è un colore energico. Orientatevi verso una tonalità pastello non eccessivamente impattante.

Rosa chiaro

Il rosa chiaro rientra tra i colori caldi e generalmente identifica l’arrivo di una figlia femmina. Qualsiasi sia la nuance prescelta (confetto, antico, salmone) questo colore sarà perfetto per ‘dialogare’ con mobili, accessori e complementi d’arredo di un bianco candido. Ne verrà fuori una cameretta molto classica, capace di infondere una sensazione di quiete al neonato.

Blu carta da zucchero

Una tonalità di blu estremamente interessante quella carta da zucchero, ideale da alternare con pavimenti in parquet e arredi in legno chiaro. Si tratta di un colore unisex, perfetto sia per maschietti che per femminucce. Favorisce il riposo e riduce lo stress, inoltre contrasta l’insorgere di ansie ed è estremamente elegante.

Verde scuro

Il colore verde, specie quando profondo e di una nuance scura, è capace di rilassare il piccolo esattamente come avviene con il blu. Effetto calmante anche per la tonalità menta, più chiara e delicata. Il verde offre l’impressione di trovarsi all’aria aperta e a contatto con la natura, ecco perché l’ideale sarà abbinarlo ad arredi blu oppure gialli.

Bianco con decorazioni e look total white

Molti genitori temoni di fare una scelta errata optando per questo o quel colore, così restano sul total white: non passa di moda, inoltre può essere rapidamente modificato. Quando i bimbi sono più piccoli il bianco – o il bianco intervallato da decorazioni murali e disegni – è una scelta intelligente. Pace e relax non mancheranno, l’ambiente sarà luminoso e i mobili potranno essere sia in legno chiaro che scuro.

Da leggere