Frittura senza olio, come usare il destrosio: il segreto per un risultato perfetto

Se amate i piatti fritti ma avete paura che l’olio ingrassi, ecco alcuni consigli per la frittura senza olio in modo sano

adobestock

Frittura, un modo di cucinare che mette d’accordo tutti. Ma nessuno fa mai in conti con l’olio che è il metodo più classico ma non fa proprio bene alla salute, soprattutto per le calorie. E allora come possiamo fare per una frittura senza olio perfetta? Il segreto è nel destrosio, un prodotto ancora poco conosciuto in questo campo.

Il glucosio monoidrato, più conosciuto come destrosio ad un primo impatto richiama piatti dolci, ma non è così. Infatti è perfetto anche per la frittura di carne, pesce e verdure, se sappiamo come fare. Lo potete trovare nei negozi specializzati, ma adesso anche nelle principali catene di supermercati.
La sua caratteristica principale è quella di poter raggiungere anche temperature alte, quelle della frittura, senza diventare caramello. Proprio per questo può diventare un alleato importante per la vostra frittura, che di solito funziona bene attorno ai 170°

Ma come fare per le ricette salate? Nessun problema, basterà avvolgere tutto quello che dovete friggere in foglie di lattuga, iceberg, altra insalata, oppure nella verza. Aiuteranno a cuocere in maniera regolare e uniforme, senza bruciare e senza rilasciare il sapore dolce del destrosio.

Friggere con il destrosio, prepariamo due ricette di frittelle

Frittura
Foto:Pixabay

Una delle ricette più comuni che certamente possiamo preparare friggendo sena olio è quella delle frittelle. Quelle comuni, profumatissime e fragranti, amate dai grandi e dai bambini, ideali da servire a merenda o come colazione. Normalmente le friggiamo in padella con l’olio, ma possiamo anche cambiare le abitudini.
Proviamo due ricette facili, una a base di patate e l’altra a base di ricotta.

Frittelle di patate

Per le frittelle di patate servono 450 grammi di patate, 100 grammi di farina 0, 2 uova a temperatura ambiente, 50 grammi di zucchero semolato, 1 limone, zucchero a velo, sale e 800 grammi di glucosio in polvere.

Mettete a bollire le patate per 3-4 minuti, scolatele e schiacciatele con uno schiacciapatate. Lasciatele intiepidire in una ciotola e poi versate la scorza grattugiata e un cucchiaino di succo di limone, la farina setacciata, le uova, lo zucchero e un pizzico di sale. Impastate e quando è tutto compatto tanti filoncini spessi circa 2 centimetri. Poi tagliateli a pezzetti lunghi 10-12 centimetri e richiudeteli a ciambella.

Versate il glucosio nella padella, portatelo alla giusta temperatura controllando con un termometro da cucina e tuffate le ciambelle cuocendole fino a quando sono belle dorate. Quindi scolatele su carta assorbente e spolverizzatele con lo zucchero a velo.

Frittelle di ricotta

Per le frittelle di ricotta servono invece 200 grammi di ricotta ovina, 2 albumi a temperatura ambiente; 80 grammi di farina 0, 80 grammi di zucchero semolato 1 cucchiaino di cannella in polvere, sale, 800 grammi di glucosio in polvere.

Setacciate la ricotta dentro ad un colino a maglie strette, poi versatela in una ciotola mescolandola con gli albumi, la farina setacciata, 20 grammi di zucchero, la cannella e un pizzico di sale. Quindi versate il glucosio in padella e portatelo alla giusta temperatura.

Antipasto
Frittelle salate veloci Fonte:Pixabay

Quando appaiono le bollicine, versate il composto delle frittelle a cucchiaiate ce quando le frittelle sono dorate scolatele con una schiumarola su un piatto coperto di carta assorbente. Infine ricopritele con il resto dello zucchero semolato.