Vuoi migliorare i rapporti intimi? Devi provare (almeno per un po’) l’astinenza: ecco perché

Se hai bisogno d’aiuto per ritrovare la complicità di coppia, abbiamo trovato il metodo giusto per te: l’astinenza! Ecco cosa devi fare.

astinenza
(fonte: Pixabay)

Non è la prima volta che ne parliamo: avere rapporti intimi può diventare, spesso e volentieri, un vero e proprio “labirinto“.

Tra le sue “pareti”, infatti, spesso si perdono elementi importanti come il valore dei sentimenti, il divertimento, la complicità.

Insomma, fare l’amore non è sempre una passeggiata e, spesso e volentieri, diventa un percorso ad ostacoli che è difficilissimo da affrontare insieme!
Ecco u suggerimento per aiutarti a mantenere sempre attiva (ed intrigante) la vita di coppia.

Astinenza: il metodo infallibile per rendere i vostri rapporti ancora più piccanti

Hai mai pensato di… provare ad astenerti per un po’ dai rapporti intimi?

Certo, soprattutto in periodi difficili come questo che abbiamo vissuto ultimamente, tra regioni colorati, pandemia ed impossibilità di muoverci, consigliare l’astinenza sembra un vero e proprio controsenso, vero?

Eppure, se non sei uno di quei single che cercano l’amore su Facebook Dating o che deve capire come gestire la “Dating Sunday”, l’astinenza potrebbe iniziare a sembrarti una buona scelta.

Dopotutto, infatti, chi è alle prime armi o ha appena iniziato a frequentare qualcuno (qui trovate i nostri suggerimenti su cosa assolutamente non nominare al primo appuntamento), è anche “vittima” di un ormone particolare.
Si chiama ossitocina ed è definito l’ormone dell’amore: te ne abbiamo parlato qui.

Chi è sotto l’influenza dell’ossitocina, quindi, arriva a fare delle vere e proprie pazzie anche nei luoghi considerati più stradi per fare l’amore.
Insomma, è veramente scatenato!

Chi, invece, si trova in una relazione seria che va avanti già da qualche tempo, invece, sa che la questione è molto diversa.
Qui ti abbiamo spiegato che cosa succede quando l’innamoramento “finisce” ed inizia a subentrare la routine.
L’astinenza potrebbe essere un buon modo per ravvivare la situazione!

Ti abbiamo detto qui, infatti, che cosa succede quando lo smart working diventa il terzo incomodo nella tua relazione.
Insomma, è difficile avere una relazione, corredata da rapporti intimi esplosivi, se non ci affidiamo a qualche trucchetto per mantenere viva la situazione.

Dei tanti che ti vengono suggeriti spesso (hai mai provato l’edging?), c’è una soluzione veramente a portata di mano.
Si tratta di qualcosa che può cambiare completamente la tua visione dei rapporti intimi.
Di cosa stiamo parlando? Ma dell’astinenza ovviamente!

Certo, sembra un controsenso: come si fa a migliorare l’intesa sessuale se non abbiamo rapporti?

Dietro la scelta di dedicarsi all’astinenza per un po’, però, ci sono molte motivazioni che possono veramente fare la differenza quando si tratta di intimità.

Se i rapporti sotto le lenzuola, ultimamente, non vanno più alla grande come prima potete provare a decidere di comune accordo di lasciarli perdere per un po’.
Potete ovviamente fissare una scadenza precisa e decidere insieme quanto tempo trascorrere “separati”.

Non dovete assolutamente rinunciare alla sensualità, sia ben chiaro!
L’unico limite che dovete porvi è quello di non arrivare a consumare un rapporto intimo.

Imponendo un limite che non si può, assolutamente, valicare, state di fatto ammantando nuovamente il rapporto intimo di mistero e di eccitazione.
Uno dei problemi peggiori della routine, infatti, è che è difficile ricreare quella situazione che, prima, ci rendeva sempre “bollenti“.

Spostare il focus dal rapporto intimo (potete farlo anche seguendo i nostri suggerimenti riguardo i rapporti non penetrativi), aiuta a renderlo nuovamente “appetibile”.
Insomma, si tratta “semplicemente” di negarvi la possibilità di accedere al rapporto in maniera facile.

Una volta che il rapporto intimo sarà messo fuori discussione per un periodo ben preciso di tempo, vedrete come, piano piano, l’intesa inizierà a migliorare.
Sapere che non potete divertirvi sotto le coperte renderà ogni gesto una piccola “tortura“.

Adesso ogni carezza diventa il pretesto per godere un poco dell’altro: ma senza arrivare mai fino in fondo!

Un periodo di astinenza “forzata” serve ad alimentare il fuoco della passione e può fare veramente miracoli per una coppia che si trova in difficoltà.
Adesso potete cercare di concentrarvi su altro.

Che ne dite di provare a mandare messaggi bollenti (qui trovate la nostra guida) oppure di sbizzarrirvi con gli acquisti di biancheria sexy?

Le possibilità, una volta che il rapporto completo viene escluso, tornano a moltiplicarsi.

Potete anche trasformare il periodo di astinenza in una piccola sfida: chi cederà per primo?
Poi, una volta stabilite punizioni e ricompense, potrete cercare di far cadere in tentazione l’altro.

Adesso, il rapporto sessuale non è più l’unico protagonista!

Siete voi ad essere tornati al centro delle attenzioni dell’altro: il divertimento può, finalmente, iniziare di nuovo!

astinenza
(fonte: Pixabay)

Spesso, quando perdiamo l’intesa sessuale, ci sembra impossibile tornare ai “fasti” delle prime volte.

In realtà basterebbe, semplicemente, fare un passo indietro.

I rapporti intimi servono, soprattutto, a divertirsi. Perché non provare… eliminandoli per un po’?