USA, Paypal e Airbnb sul piede di guerra: l’iniziativa dopo i fatti di Capitol Hill

Paypal e Airbnb prendono le distanze dai fatti di Capitol Hill. Il comunicato dei colossi industriali che bocciano in toto determinati atteggiamenti violenti.

USA, Paypal e Airbnb contro ogni violenza (Getty Images)
USA, Paypal e Airbnb contro ogni violenza (Getty Images)

Gli Stati Uniti sono nel caos. I fatti di Capitol Hill hanno lasciato il mondo con il fiato sospeso: l’attacco al Campidoglio da parte di alcuni facinorosi ha destato sgomento e sdegno da parte di tutto il mondo politico. Immagini forti ancora impresse nella mente della collettività: c’è chi grida al complotto e chi alla strategia, molti ritengono che Trump – seccato per dover abbandonare la Casa Bianca – abbia spinto una folta rappresentanza di sostenitori a scendere in piazza dando adito a determinate situazioni di violenza. Iter a parte, sicuramente l’ex Presidente USA non sarà presente all’insediamento di Biden.

PayPal e Airbnb contro le violenze di Capitol Hill: l’iniziativa dei colossi industriali

USA, Paypal e Airbnb contro i fatti di Capitol Hill (Getty Images)
USA, Paypal e Airbnb contro i fatti di Capitol Hill (Getty Images)

I sospetti e la diffidenza attorno al magnate americano aumentano: Twitter gli sospende l’account per incitamento alla violenza e la moglie Melania si espone direttamente riguardo alle violenze di questi giorni invitando alla calma e, di fatto, prendendo le distanze dal marito. Inoltre la politica americana è sugli scudi: Biden ha già assicurato che sarà presto riportato un clima di serenità. Arduo compito, ma non impossibile.

Intanto, attorno all’ex Presidente si sta facendo terra bruciata, le quotazioni di Trump crollano e questa discesa – non soltanto di consensi – influisce anche sul business: Airbnb e PayPal prendono le distanze dalla destra americana. Il gigante dei pagamenti digitali, insieme al colosso degli alloggi, ha diffuso una nota poi rilanciata anche da Reuters che fa muro a qualunque iniziativa violenta: Airbnb condanna fortemente l’attacco al Campidoglio della scorsa settimana negli Stati Uniti e tutte le iniziative volte a minare il nostro processo democratico. Continueremo a sostenere le nostre politiche comunitarie vietando l’utilizzo della piattaforma a gruppi d’odio e violenza qualora dovessimo venire a conoscenza di determinate appartenenze”.

Taglio netto, dunque, che testimonia una presa di coscienza anche da parte delle industrie che allontanano qualunque iniziativa che presti il fianco e violenze e agitazioni. Un segno tangibile contro gli attacchi gratuiti di questi giorni. In attesa che Biden, come impone il corso degli eventi, prenda possesso della Casa Bianca.